Connect with us

cronaca

Coronavirus, il bilancio sale a 132 morti ma i contagi rallentano.

Pubblicato

il

Il bilancio

Supera quello della Sars nel 2002-2003. Secondo le statistiche ufficiali, a 5.327 (ma con 349 morti).

I dati mostrano un possibile rallentamento dei contagi: martedì ne sono stati confermati 1.459 contro i 2.077 di lunedì. In Cina restano 9.239 i casi sospetti e 103 i sopravvissuti dimessi dagli ospedali.

A Pechino 11 nuovi casi, 16 a Shanghai

Le autorità cinesi precisano che sono stati accertati undici nuovi casi di contagio a Pechino e 16 a Shanghai.

 

A Shanghai

Verrà usata anche la medicina tradizionale cinese come strumento di prevenzione e controllo dell’epidemia.

Annullate le prove di Coppa del mondo di sci, che erano previste in Cina a febbraio.

 

Primi rimpatri da Wuhan

Intanto da Wuhan iniziano i primi rimpatri: duecento giapponesi sono partiti alla volta di Tokyo con un volo charter.

La British Airways ha deciso di sospendere tutti i voli da e per la Cina.

 

Italiani, vertice alla Farnesina

Per quanto riguarda il rientro degli italiani, in mattinata alla Farnesina è in programma un vertice per la definizione delle linee guida per procedere al rimpatrio dei nostri connazionali.

Intanto c’è apprensione a Napoli per tre persone ricoverato al’ospedale Cutugno di Napoli.

Si temeva che si trattasse di casi sospetti, ma dagli accertamenti due non risultano contagiate e per la terza sono in corso verifiche che si concluderanno giovedì.

I vertici dell’ospedale chiariscono che la presenza del virus richiede tutta una serie di condizioni, tra cui la provenienza dall’area cinese interessata a cui si uniscono sintomi gravi.

 

Quarantena in Australia sull’isola-carcere, scoppia la polemica

Esplode la polemica in Australia per la proposta del premier Scotto Morrison di spedire i 600 australiani di ritorno da Wuhan sull’isola di Natale, famigerato centro di detenzione per migranti a 2mila chilometri dal continente.

Al momento sull’isola abita soltanto una famiglia cingalese di 4 persone, ma le strutture costruite appositamente per accogliere i migranti possono ospitare fino a mille persone.

In passato il centro di detenzione di Christmas Island era finita al centro della cronaca per presunte violazioni di diritti umani e per le pessime condizioni.

 

(Tgcom24)

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)