Connect with us

cronaca

Scoprono il contagio dopo il ritorno dall’Italia: sotto controllo l’itinerario di due taiwanesi.

Pubblicato

il

Il viaggio in Italia di 2 taiwanesi

Si lavora senza sosta per ricostruire tappa dopo tappa il viaggio in Italia di due turisti cinesi della provincia di Taiwan risultati positivi al nuovo coronavirus al loro rientro in patria. I due, marito e moglie di 50 anni, sono sicuramente stati a Roma, ma hanno toccato anche altre città italiane. Di certo si sa che erano partiti per una vacanza nel Belpaese il 22 gennaio e sono rientrati il 1mo febbraio, via Hong Kong. Ora sono in quarantena.

Le ipotesi

Dopo il viaggio in Italia la coppia ha sviluppato la febbre e successivamente ha cercato assistenza medica: i test hanno dimostrato che avevano contratto il nuovo coronavirus. Finora gli altri due membri della famiglia non hanno mostrato sintomi di malattia, secondo il Central Epidemic Command Center (Cecc).

 

Il ministro della Sanità ha ipotizzato che abbiano contratto il virus sul volo Hong Kong-Italia a lungo raggio, essendosi trovati in uno spazio chiuso in cabina per molte ore.

 

I casi a Taiwan

La coppia è risultata tra i nuovi casi di contagiati a Taiwan al 6 febbraio. La terza paziente risultata con loro positiva è una donna di 40 anni, che ha visitato Macao dal 21 al 24 gennaio in vacanza con altri tre membri della famiglia e ha sviluppato la febbre cercando immediatamente cure mediche in un ospedale locale.

 

In quell’occasione, però, il nuovo coronavirus non fu identificato e le fu prescritto semplicemente riposo a casa. Ma le sue condizioni non sono migliorate; la donna è dunque tornata a cercare assistenza medica e ulteriori test hanno dimostrato che aveva contratto il virus.

 

Secondo il ministro della Sanità, il medico che l’ha vista non sospettava che la sua malattia fosse il nuovo coronavirus perché i sintomi erano lievi e anche perché a quel tempo Macao non era vista come un’area gravemente infetta. La donna è attualmente in cura in un reparto di isolamento ed è in condizioni stabili, riferisce il Cecc.

 

Questi ultimi tre casi portano il numero totale di persone infette a Taiwan a 16.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)