Connect with us

food

Nasce la mozzarella alla Nutella, il video della nuova ‘invenzione’ fa il giro del web [VIDEO]

Published

on

mozzarella
Ebbene sì, è arrivata anche la mozzarella alla Nutella. La nuova ‘opera’ è una combinazione di gusto che arriva direttamente da Martina Franca, nel caseificio Semeraro. Rosita, la figlia del titolare Francesco, ha spiegato: «Sarebbe come una burrata, ma all’interno ci trovi il cuore di Nutella. Se si mangia calda, appena fatta, ha il sapore del latte con il Nesquik. Da fredda, invece, si sente il contrasto fra dolce e salato». A raccogliere le parole di Rosita è La Repubblica.
La mozzarella alla Nutella non è però possibile trovarla al bancone, visto che -spiega la donna-  è preferibile lavorare su ordinazione. Anche i giovani hanno apprezzato la nuova idea: «Abbiamo avuto in visita degli studenti Erasmus, e l’hanno apprezzata».

economia

Gelato confezionato il più amato dagli italiani

Published

on

gelato

Gelato confezionato il più amato dagli italiani. Secondo una recente indagine di mercato , il 94% degli italiani dichiara di consumare gelati confionati di vario tipo.  A confermare il dato la ricerca condotta da Doxa insieme a Froneri Italia, joint venture tra la multinazionale inglese specializzata nella produzione di gelati R&R e la divisione gelati Nestlé.

I risultato della ricerca sui gelati

Secondo l’indagine, che ha interessato consumatori di età compresa tra i 18 e i 74 anni, da Nord a Sud, il legame con la stagione estiva, pur rimanendo molto forte, nel corso del tempo sta assumendo una connotazione più dinamica. Gli ice-cream lovers amano il gelato sempre, non solo tra la primavera e l’estate (43%), ma durante tutto l’anno, compresi i mesi più freddi (31%). A farla da padrone, è il cono, icona gastronomica tra le più conosciute ed esportate al mondo, con il 53% di preferenze. Inventato dall’italiano Italo Marchioni nel 1903 e poi brevettato negli Stati Uniti, nel corso dei secoli è entrato nel cuore degli italiani. Il cono, insomma, mette tutti d’accordo battendo le vaschette (37%), lo stecco (36%) e il biscotto (33%).

 Le reazione il gelato rappresenta lo stare insieme

“Il gelato – commenta Luca Regano, amministratore delegato di Froneri Italia – resta un compagno con cui condividere momenti ed esperienze ad ogni età, che cambia nel tempo così come il gusto dei suoi consumatori. Negli ultimi anni, pur essendo degli inguaribili tradizionalisti, gli italiani guardano con maggiore attenzione all’innovazione e all’originalità soprattutto in tema di gusto, vogliono lasciarsi stupire La ricerca e la sperimentazione di nuovi sapori condurrà a combinazioni sempre più intriganti e crossover inaspettati tra i vari formati”.

 

Seguici sul nostro canale Youtube <a href=”https://www.youtube.com/channel/UCeE4JFDPQ48dXNbmZ5wKF1w”>41esimoparallelo </a>

Segui il nostro canale Google News <a href=”https://news.google.com/s/CBIwp6HJ60U?sceid=IT:it&amp;sceid=IT:it”>41esimoparallelo </a>

Attiva le notifiche su <a href=”http://41esimoparallelo.it/”>41esimoparallelo.it</a>

Continue Reading

food

Export, l’Italia ancora leader mondiale nel mercato del Vino. Veneto Super

Published

on

Export – L’Italia per volumi di Vino esportati, 20,8 milioni di ettolitri, si pone al primo posto mondiale anche nel 2020, con la prima parte di 2021 molto buona.

Al secondo posto si pone la Spagna con 20,2 milioni di ettolitri (-5,9%), con la Francia in terza piazza con 13,6 milioni di ettolitri e un -4,9% rispetto al 2019.

E’ quanto emerge dal rapporto di Veneto Agricoltura, su “Export di Vino veneto nel mondo- dati 2020”.

Questo anche in attesa del focus del 31 agosto sull’andamento della vendemmia.

Il Veneto, con i suoi quasi 2,24 miliardi di euro di Vino esportato, rappresenta una quota di valore sul totale di valore esportato dall’Italia del 36% circa.

Export di Vino – Il Veneto capeggia dunque la classifica delle regioni italiane, tra l’altro ponendosi in una classifica virtuale al quarto posto mondiale, alle spalle di Francia, Italia e Spagna

Il consumo mondiale di Vino, arrivato all’ultimo anno a 234 milioni di ettolitri, registra una perdita del 3% rispetto al 2019.

Questo soprattutto per gli effetti delle restrizioni per la pandemia da Covid-19 e per una considerevole revisione sui dati di consumo di Vino in Cina.

Per consumo di Vino, anche nel 2020 gli Stati Uniti si pongono al primo posto, al mondo con 33 milioni di ettolitri (stabile).

La Francia al secondo posto con 24,7 milioni di ettolitri e l’Italia al terzo con 24,5 mln di ettolitri, seguita da Germania con 19,8 milioni di ettolitri.

L’onda lunga della pandemia da Covid-19, come prevedibile, ha avuto conseguenze anche in questo inizio 2021

Il nuovo report di Veneto Agricoltura conferma che, anche nel 2020, le vendite all’estero di Vino veneto si sono accentrate per lo piu’ in soli tre Paesi.

Stati Uniti a farla da padrone con oltre 434 milioni di euro, seguiti a ruota da Germania, e Regno Unito.

Questo mercato così definito potrebbe però rivelarsi un’arma a doppio taglio in quanto una minima perturbazione potrebbe bloccare tutto.

Esportare principalmente in 3 paesi può avere effetti devastanti per il Vino veneto se cambia qualcosa.

Dal report di Veneto Agricoltura emergono anche molte altre interessanti considerazioni.

Una su tutte: rispetto al 2011, il mercato USA e’ cresciuto del +95,6% e britannico del +137,5%, mentre quello tedesco del +24,9%.
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Continue Reading

food

Moda: Food Selfie e scatti al cibo sempre più social. Il trend di 1 italiano su 5

Published

on

Il ricordo più gettonato delle vacanze è il “Food selfie” con quasi un italiano su cinque che ha postato sui social fotografie di cibo.

Non importa che si tratti dei piatti consumati al ristorante o preparati in cucina durante le vacanze estive, l’importante è lo scatto.

È quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè in occasione del rientro a casa dalle vacanze di oltre 2 italiani su tre (67%).

“L’autoscatto alimentare è una passione che contagia in vacanza spesso il 13% e regolarmente il 6% dei turisti.

Una testimonianza del valore della cultura del cibo che si è affermata come momento di socializzazione sul web nel momento delle vacanze.”

Food Selfie – La cucina che è tornata ad essere un’attività gratificante come mai era avvenuto dal dopoguerra

Un importante momento di socializzazione che si traduce- sottolinea la Coldiretti- in vere e proprie sfide del gusto a colpi di immagini alll’ultima prelibatezza.

Dopo il lungo periodo di lockdown il 65% degli italiani in vacanza nell’estate 2021 ha scelto infatti di mangiare principalmente fuori casa.

La maggior parte delle persone scatta foto in ristoranti, trattorie, pizzerie, agriturismi, pub o fast food.

Questo mentre quasi sei italiani su dieci (59%) in vacanza in Italia al mare, in montagna o nel verde hanno scelto di visitare frantoi, malghe, cantine, aziende, agriturismi o mercati degli agricoltori per acquistare prodotti locali a chilometri zero direttamente dai produttori, ottimizzare il rapporto prezzo/qualità e portarsi a casa un pezzo di storia della tradizione italiana a tavola”.

“La ricerca dei prodotti tipici è diventato un ingrediente irrinunciabile”  spiega Coldiretti- l’Italia è inoltre leader mondiale del turismo enogastronomico

Parliamo di un paese con 316 specialità ad indicazione geografica riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg, 5266 prodotti tradizionali regionali censiti lungo la Penisola, la leadership nel biologico con oltre 80mila operatori biologici e la più grande rete mondiale di mercati di agricoltori.

Non a caso il cibo rappresenta quest’anno per quasi il 22% degli italiani- sottolinea la Coldiretti- la principale motivazione di scelta del luogo di villeggiatura.

Mentre per un altro 56% costituisce uno dei criteri su cui basare la propria preferenza.

Solo un 4% dichiara di non prenderlo per niente in esame.

La tavola è diventata la voce principale del budget delle famiglie in vacanza in Italia con circa un terzo della spesa di italiani e stranieri, come racconta coldiretti.
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Continue Reading
Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

Trending

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)