Connect with us

cronaca

Coronavirus, in Cina più guariti che contagiati.

Pubblicato

il

E’ certo, ci sono più guariti che contagiati.

Secondo i dati cinesi ieri registrati più guariti (1824), che contagiati (1749).

Significa che l’epidemia in Cina si è stabilizzata o addirittura si riduce, almeno nei numeri.

E’ la prima volta dall’inizio della crisi sanitaria che questo avviene e può essere il segnale che abbiamo raggiunto il picco. Situazione resta comunque tragica a Wuhan, dove ci sono 50mila casi confermati e le morti sono tornate a salire: le 136 di ieri portano il totale oltre 2000.

Sono esattamente 2.004 i morti causati in Cina dal coronavirus mentre Hong Kong registra il secondo morto per l’epidemia. La Commissione nazionale cinese per la salute stima a 74.185 il numero dei contagi. Le autorità sanitarie cinesi hanno riferito che soltanto oggi sono stati registrati 11.977 casi gravi. Nel rapporto giornaliero si dice inoltre che ad oggi 574.418 pazienti a stretto contatto con gli infetti sono stati monitorati dal punto di vista medico. Di questi, 135.881 rimangono sotto osservazione.

Nelle ultime 24 ore 1.266 persone sono state dimesse dagli ospedali della provincia di Hubei, focolaio cinese del coronavirus, dopo essere guariti dal contagio. La Corea del Sud registra oggi 15 nuovi casi confermati di coronavirus, portando il totale dei contagi nel paese asiatico a 46.

Iniziato sbarco passeggeri sani Diamond Princess

Dopo 14 giorni di quarantena, i passeggeri che sono risultati negativi al test per il nuovo coronavirus e non mostrano sintomi della malattia hanno iniziato a lasciare la nave da crociera Diamond Princess che ha registrato oltre 500 casi di contagio. Si prevede che circa 500 passeggeri sbarcheranno nelle prossime ore. L’operazione, secondo le autorità, potrebbe richiedere fino a tre giorni.

Un totale di 542 persone sulla Diamond Princess è risultato positivo al coronavirus.

Dei circa 3.100 passeggeri e membri dell’equipaggio rimasti sulla nave, gli anziani sono stati i primi a poter lasciare la Diamond Princess.

Lo sbarco continuerà fino a venerdì.

Le autorità giapponesi continueranno a monitorare lo stato di salute di tutti coloro che lasceranno la nave da crociera, compresi quelli risultati finora negativi.

Partito da Ciampino volo per il Giappone

È partito nella notte da Ciampino il volo per il Giappone con a bordo il personale medico che andrà a soccorrere gli italiani sulla Diamond Princess.

Lo ha annunciato il ministro degli  Esteri Luigi Di Maio su Facebook, dopo essersi recato personalmente, con il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, a salutare la squadra in partenza. “Vi assicuro che riporteremo in Italia i nostri connazionali il prima possibile”, afferma Di Maio.

 

“Ho ringraziato personalmente tutte le donne e gli uomini che con generosità e immensa professionalità sono partiti, con un preavviso di poche ore, mettendosi al servizio dei nostri connazionali. Grazie di cuore a tutti per l’impegno”, ha aggiunto il ministro, postando anche le immagini dei saluti prima della partenza.

Nelle scorse ore, in una riunione alla Protezione civile, è stata decisa una missione in due tranche: dopo l’invio dei sanitari in Giappone, un altro volo, nel rispetto dei tempi necessari all’ottemperanza delle norme sanitarie internazionali, partirà nei prossimi giorni per riportare in patria i connazionali.

(Repubblica)


Leggi anche: 
Coronavirus, al via lo sbarco dei passeggeri sulla Diamond 
Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)