Usa, l’ospedale chiede il conto ad un malato di coronavirus. 840mila dollari.

di Paolo Marsico
11 mesi fa
31 Maggio 2020

Il conto inaspettato

È rimasto intubato due settimane in terapia intensiva perché malato di Covid-19. E quando ha fatto ritorno a casa ad attenderlo c’era il conto dell’ospedale di oltre 840mila dollari. È la cifra che Robert Dennis, insegnante del Colorado, si è visto recapitare dopo il ricovero allo Sky Ridge Medical Center. “A vederla ci è mancata l’aria di nuovo”, ha detto Suzanne, moglie dell’insegnante, all’emittente Denver7. “I farmaci che ha assunto in ospedale costano un quarto di milione”. La coppia ha un’assicurazione sanitaria che dovrebbe coprire i costi, che nel complesso potrebbero raggiungere 1,5 milioni di dollari.

Il paziente ha avuto bisogno di 3 settimane di riabilitazione in un centro specializzato. E anche la moglie, contagiata dal Covid in forma più lieve, ha dovuto far ricorso alle cure in ospedale. La coppia non dovrebbe sostenere farsi carico del conto, visto che potrebbero usufruire della copertura garantita da una legge del Colorado.

L’assurdo

Inoltre gli ospedali che hanno ricevuto i fondi previsti dal Cares Act – il Coronavirus Aid, Relief, and Economic Security Act, pacchetto emergenziale di 2,3 trilioni di dollari (pari all’11% del Pil) approvato a fine marzo dal Congresso – non dovrebbero inviare le fatture ai pazienti. (Il Fatto Quotidiano)
Leggi anche: Coronavirus, contro il contagio tampone a tutti i dipendenti pubblici.
Seguici su Facebook 41esimoparallelo

Temi di questo post