Movida ad Avellino. Il sindaco Festa a Live Non è la D’Urso: «Solo un dialogo coi ragazzi».

di Nunzia D'Aniello
9 mesi fa
1 Giugno 2020

Gianluca Festa interviene in collegamento con Live-Non è la d’Urso

Per commentare le polemiche riguardo un assembramento ad Avellino. Il sindaco è stato ripreso da diversi cellulari mentre era al centro di un’isola pedonale con centinaia di ragazzi.

Gianluca Festa

Spiega che le sue intenzioni erano quelle di scoraggiare il grande assembramento: “Dopo aver fatto un giro, tornando verso la mia auto mi sono imbattuto in quella movida. 300 ragazzi abbastanza euforici, ho anche chiamato la questura. Io ho deciso di intervenire”.


“Non si vedeva la prima parte del video. Sono riuscito a distanziarli e calmare gli animi. C’era il pericolo dell’ordine pubblico. Non era una situazione semplice da gestire, ho preferito il dialogo. Sono dispiaciuto che i video hanno creato del disagio perché non si è capito il motivo”, conclude il sindaco di Avellino.(Mediaset)

Cosa è successo sabato sera ad Avellino

Folle notte tra sabato e domenica ad Avellino. Protagonisti il sindaco della città, Gianluca Festa, e centinaia di ragazzi, molti senza mascherina, che si erano radunati in via de Concilii, una strada centralissima e sempre frequentata da giovanissimi, anche per la presenza di locali e pizzerie. Il sindaco Festa, che nei giorni scorsi aveva emesso un’ordinanza in materia assai più permissiva (fino all’una di notte) di quella del governatore Vincenzo De Luca, si è portato nel luogo in cui erano radunati i ragazzi.
Leggi anche: Avellino, caos sindaco Festa. Il Pd chiede le dimissioni: “Calpestata la memoria dei morti”.
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/41esimoparallelo.it/