Trema la terra in Campania: paura tra la folla. Gente in strada

1 mese fa
10 Luglio 2020
di nunzia d'aniello

Torna a tremare la terra in Campania. Colpita la zona dell’Irpinia. Come se non bastasse già i nuovi focolai di Coronavirus, ora anche il terremoto. I sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato i due movimenti sismici tra le 7 e le 8 di questa mattina. Le scosse rientrano nello sciame sismico che da diversi giorni, ormai, gli esperti stanno osservando in Irpinia.

La scossa

Più intensa si è verificata 7, 07 di questa mattina a un chilometro a ovest di Sant’Angelo dei Lombardi. Proprio in quest’area, da diversi giorni, si registrano scosse più o meno intense. La seconda invece alle 7,16 di magnitudo 0,8 a Rocca San Felice.

I controlli

Sono in corso controlli da parte della Protezione civile e dei vigili del fuoco nei territori interessati dalle scosse. Al momento non ri registrano danni a persone e abitazioni.

Anche se le scosse non son state molto forti, la popolazione sembrerebbe averle avvertite ugualmente e accorsa in strada. Il terrore derivante soprattutto dai ricordi di quel famoso 1980, è tanto.

Nei giorni scorsi uno sciame sismico aveva già interessato la zona

L’ultima scossa registrata, la più forte della giornata di oggi, 5 luglio, è avvenuta pochi minuti fa, alle 17:18, con epicentro a 2 km da Sant’Angelo dei Lombardi, magnitudo 2.9 e profondità stimata di 12 chilometri.

Prima ci sono state tre scosse di magnitudo superiore a 2 nel giro di poco meno di un’ora, la più recente alle 16:09 con epicentro Rocca San Felice, magnitudo 2.1 e 14 km di profondità.

Poco prima c’erano state altre due scosse, entrambe con epicentro a Sant’Angelo dei Lombardi e ad una profondità stimata di circa 13 km: una alle 16:06 (magnitudo 2.8) e l’altra alle 15:25 (magnitudo 2.0).

A queste si aggiungono quelle con magnitudo inferiore a 2: in totale i sismografi hanno tracciato 12 scosse tra i due comuni nella giornata di oggi.

La scossa più forte registrata oggi è quella delle 17:18, mentre per quanto riguarda ieri, 4 luglio, è stata quella delle 14:34: epicentro Sant’Angelo dei Lombardi, magnitudo 2.6 e 13 chilometri di profondità.

Il giorno precedente, il 3 luglio, Sant’Angelo dei Lombardi era stato l’epicentro di 5 scosse nell’arco della giornata, tutte con una profondità stimata tra i 12 e i 13 chilometri: alle 11:30 (magnitudo 2.2), alle 18:14 (magnitudo 2.9), alle 18:18 (magnitudo 2.1), alle 18:50 (magnitudo 2.0) e alle 21:05 (magnitudo 2.7); nella stessa giornata una scossa era stata registrata anche nel vicino comune di Rocca San Felice: alle 18:19, con magnitudo 3.0, la più forte dello sciame sismico in atto.(Cronache/Fanpage)
Leggi anche:Terremoto in Campania, altre due scosse dopo le quattro già registrate. Cittadini preoccupati
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo