Virus, torna la paura nel Napoletano: nuovi contagi. La corsa al Cotugno

1 mese fa
11 Luglio 2020
di nunzia d'aniello

Nuovi contagi in Campania. Torna la paura per il coronavirus a Portici. Due residenti del comune della Reggia sono stati ricoverati all’ospedale Cotugno di Napoli. I due contagiati residenti nella stessa abitazione sono stati ricoverati entrambi nonostante solo una aveva chiari sintomi della malattia, infatti il tampone ha era positivo.

A dare la notizia il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo che ha dato la notizia alla città attraverso la sua pagina Facebook. Il primo cittadino ha ribadito alla cittadinanza di l’importanza di continuare a rispettare le regole per evitare contagi e ka diffusione del Covid-19.

Non solo a Portici

Anche a Battipaglia, ci sarebbe un nuovo caso. Si tratta di un pasticciere. Stando a quanto ci perviene, un nuovo caso di positività al coronavirus si sarebbe riscontrato a Battipaglia, in provincia di Salerno.

Un uomo di 48 anni, che lavora come pasticciere a Salerno, ha iniziato ad accusare i sintomi tipici dell’infezione da CoViD-19 appena rientrato dal nord Italia dopo un viaggio di lavoro: sono scattati così i controlli dell’Azienda Sanitaria Locale che lo ha sottoposto a tampone.

I risultati delle analisi dell’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno non ha lasciato dubbi: l’uomo è risultato positivo al coronavirus.

Il protocollo

Come da protocollo, il 48enne di Battipaglia è stato posto in isolamento domiciliare, trattandosi di sintomi lievi, ed è ora in quarantena.

Tamponi anche per i familiari, che sono risultati però negativi. La conferma della positività dell’uomo data anche dal sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese, intervistata da alcuni telegiornali locali.

L’uomo intanto, che ha accusato i primi sintomi appena rientrato dal nord, ha una lieve forma di febbre che è tuttavia sotto controllo.

Inoltre, non si recava a lavoro a Salerno da circa due settimane. La polizia municipale di Battipaglia, guidata dal colonnello Gerardo Iuliano, è intanto al lavoro per ricostruire gli eventuali contatti avuti dall’uomo.(IlMaattino/Fanpage)
Leggi anche: Coronavirus, Conte: “Stato d’emergenza fino al 31 dicembre”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo