Tragedia nel Napoletano: il pedalò si ribalta in mare. Ragazzina di 13 anni muore dopo tre giorni di agonia

4 mesi fa
18 Luglio 2020
di angela capasso

Dopo tre giorni di agonia è morta la ragazzina di 13 anni vittima di un incidente in pedalò nelle acque della foce del Lago Patria. La 13enne è morta pochi minuti fa all’ospedale Santobono di Napoli dove era ricoverata da martedì scorso.

In un primo momento era stata ricoverata alla Clinica Pineta Grande di Castel Volturno per poi essere trasportata all’ospedale specializzato napoletano. La piccola è rimasta vittima di un incidente avvenuto tra Giugliano e Castel Volturno

La tragedia

Era insieme ad alcuni familiari in spiaggia e con loro era salita a bordo di un pedalò per un giro sul lato destro del lago. Improvvisamente il natante si è ribaltato facendo cadere in acqua tutti e cinque le persone a bordo.

A salvarli erano stati i bagnini del Lido Gallo che avevano portato a riva i corpi di tutti i malcapitati trascinati dalla corrente. La 13enne versava nelle condizioni più disperate. Fin da subito perse i sensi e venne immediatamente portata in ospedale.

Si indaga adesso per capire l’esatta dinamica dell’incidente e quali siano state le effettive cause della morte della piccola. Fonte: Il Fatto Vesuviano

Tragedia in Campania, bimba di 4 anni annega in mare. E’ morta dopo un giorno di agonia

È morta ieri al Santobono, dove era stata ricoverata martedì, una bimba di quattro anni, di etnia rom, che era stata salvata da un annegamento a Pozzuoli. Come riportato da Il Fatto Vesuviano, le condizioni della piccola sono apparse subito disperate ai sanitari che l’avevano presa in cura.

E così, dopo aver cercato vanamente di rianimarla, si sono dovuti arrendere alla gravità delle sue condizioni. La piccola non ce l’ha fatta. Stamattina il tragico annuncio

La bimba ha perso la vita

La bambina è deceduta per la disperazione dei parenti che fino all’ultimo avevano sperato che potesse salvarsi.

Giugliano, donna trovata morta in casa

Macabro ritrovamento questa mattina a Giugliano. Come riportato da Voce di Napoli, è stato rinvenuto il cadavere di una donna. Non si conoscono i motivi del decesso. I carabinieri stanno indagando, probabile si tratti di omicidio. Si considera anche l’ipotesi del suicidio ma al momento nulla è ancora certo.

Le indagini dei carabinieri sulla povera donna

Il corpo è stato trovato a Lago Patria, lungo la fascia costiera in via Staffetta. Sul posto è arrivato anche il Magistrato di turno per comprendere cosa sia realmente successo. All’arrivo dell’ambulanza un familiare ha aggredito un medico

Incidente mortale a Giugliano

Incidente mortale poco fa all’incrocio tra via Staffetta e via Ripuaria a Giugliano. A perdere la vita un centauro che si è scontrato con la sua moto contro una vettura. Sul posto gli agenti della polizia municipale di Giugliano che stanno effettuando i rilievi del caso.

Appena poche ore fa, sempre a Giugliano, a perdere la vita era stata una ragazza di 22 in un tragico incidente stradale mentre faceva rientro a casa con alcune sue amiche rimaste ferite in modo lieve.

La vittima è Gaetano Forestiero di 46 anni, risiedeva a Lago Patria ed era in forza alla Celere di Napoli. Alla guida della vettura un militare americano.
Leggi anche La nuova pericolosa moda tra i ragazzini: tuffi in mare salendo sui lampioni davanti agli scogli
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo