Leonardo, una giovane “onda” per Chico Forti: «Riportiamolo a casa»

di nunzia d'aniello
6 mesi fa
29 Luglio 2020

Un’altra piccola e giovane onda si muove per Chico Forti. Si chiama Leonardo Torossi ed ha appena 15 anni.
Un giovanissimo ragazzo di Pagnacco, comune italiano del Friuli Venezia Giulia che ha sposato la causa Chico Forti.

Sono questi i piccoli gesti e forse anche già vittorie che l’Onda di Chico Forti può in qualche modo festeggiare. E’ un’Italia che si muove e si sta muovendo sempre più numerosa per far sentire la propria voce, la voce di un uomo, innocente che da troppi anni grida libertà.

Una libertà strappatagli senza alcuna vergogna e/o ripensamento o peggio cura alcun dubbio. Sono passato vent’anni da quella notte, da quella assurda notte che cambiò tragicamente e di corsa la sua storia.

Eppure Chico non ha mai smesso di sperare così come la sua famiglia, i suoi amici, zio Gianni, diventato orami lo zio di tutti.

Da tutta Italia arrivano parole di incoraggiamento e supporto per Chico Forti, ma soprattutto mozioni consegnate ai propri comuni di appartenenza, proprio come quella di Leonardo Torossi, il referente più giovane di tutte le onde.

“Il 21 luglio mi sono recato da solo in municipio a Pagnacco per presentare la mozione – dichiara Leonardo –
Subito sono stato accolto a braccia aperte perché il Sindaco, Luca Mazzaro, giá conosceva la storia di Chico e aveva giá visto tutti i servizi delle Iene”

E ancora aggiunge

Durante l’appuntamento ci siamo confrontati sui dubbi riguardanti la vicenda di Chico. Poi il primo cittadino si è complimentato con me perchè come detto da lui non è d’abitudine vedere un giovane ragazzo che si interessi a questi argomenti.

Poi mentre stavamo discutendo è entrata Laura Sandruvi, Assessore alle Politiche Giovanili – Salute – Prevenzione – Disabilità – Pari Opportunità – Associazioni

Mi sono presentato e gli ho spiegato il motivo per cui ero lì. Gli si sono aperti gli occhi e poi mi ha posto questa domanda: “Mica starai parlando del signore del Le Iene?”

Le ho risposto “sì” e Lei ha esclamato: “Hai subito il mio voto”!
Poi ha proposto al sindaco Luca Mazzaro di invitarmi al Consiglio Comunale per raccontare la storia di Chico a tutti gli assessori. Il consiglio comunale si svolgerà il 10 Agosto.

Alla fine il sindaco mi ha chiesto se avevo contatti a livello regionali:”Sarebbe bello – mi ha detto – se riuscissi a raccontare questa storia anche a livello regionale.

Poi ho pensato in grande,ho iniziato a scrivere a vari personaggi famosi e a molti giornali nazionali e non.
Ancora ad oggi attendo risposta da molti.

Oggi ho chiesto un appuntamento per presentare la mozione al sindaco di Udine Luca Fontanini. Domani mi recherò a timbrare le locandine in comune.

Abbiamo un’idea di come iniziare a distribuirle. Partiremo dal centro per poi andare verso la periferia.

L’appello di Leonardo

Ad oggi nella nostra onda siamo in due persone: Leonardo Torossi e Amadou Abbas Ndiaye entrambi referenti.
Ci piacerebbe che altri si unissero alla nostra onda. (di Nunzia D’Aniello)
Leggi anche: Chico Forti, un italiano in carcere negli Usa da innocente?
Chico Forti, Fratelli d’Italia: “Presentata interrogazione alla commissione UE
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo