Arrestati i 4 giovani che hanno pestato il carabiniere, c’è anche un minorenne. Ecco come sta il militare

2 settimane fa
1 Agosto 2020
di angela capasso

Arrestati i 4 giovani che hanno pestato il carabiniere. Ecco come sta il militare

CASTELLAMMARE – Nel pomeriggio, a Castellammare, I Carabinieri della locale Compagnia e del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata hanno tratto in arresto 3 maggiorenni (di 27, 22 e 19 anni, di cui 2 pregiudicati) e un minorenne (di anni 17).

Sono ritenuti responsabili, la scorsa notte, di aver ferocemente aggredito un Appuntato dei Carabinieri, che, libero dal servizio e in compagnia della moglie e di alcuni parenti, era intervenuto per sedare e documentare una violenta lite tra un gruppo di giovani in seguito ad un incidente stradale. Per questo era stato prima investito con uno scooter e poi colpito con pugni, caschi e addirittura un tavolino in alluminio asportato da un dehor.

In particolare, grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza e alle ricostruzioni testimoniali, gli inquirenti hanno individuato una parte del gruppo di aggressori. Questi irritati dall’intervento del militare, lo hanno colpito sino a lasciarlo a terra privo di coscienza.

Il carabiniere, che non aveva esitato ad intervenire sebbene si trovasse con la famiglia, è stato portato presso l’ospedale di Castellammare ove è tuttora trattenuto per dei traumi commotivi, non in pericolo di vita.

Mentre le indagini proseguono per individuare ulteriori complici nell’aggressione, i Carabinieri hanno documentato, inoltre, il furto del borsello del militare. Mentre lo stesso era riverso in strada, in attesa delle cure, un 42enne pregiudicato lo aveva rubato. Quest’ultimo è estraneo alle precedenti colluttazioni.

Riconosciuto e sottoposto a perquisizione, aveva con sè egli effetti personali del militare e conseguentemente arrestato.

“Massacrato di botte fino al lancio di un tavolino sulla testa”

Carabiniere picchiato a Castellammare, il colonnello Francesco Novi, comandante del gruppo Torre Annunziata, ricostruisce la dinamica dell’aggressione: «La rissa è scoppiata per motivi di viabilità. Il carabiniere, 30enne in servizio alla stazione di Gragnano, è intervenuto per placare gli animi ma ha subito l’aggressione.

Prima investito con uno scooter, poi picchiato con caschi, pugni e calci, fino al lancio di un tavolino in alluminio dietro la nuca. Il giovane appuntato è ricoverato in gravi condizioni per un brutto trauma cranico. In osservazione all’ospedale San Leonardo di Castellammare, è vigile e non è in pericolo di vita». Sulla vicenda indagano i carabinieri.
Leggi anche Carabiniere massacrato dal branco a Napoli, era intervenuto per sedare una rissa
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo