Scuola, Azzolina conferma: “Il 14 settembre si riparte”

di angela capasso
5 mesi fa
27 Agosto 2020

“Stiamo lavorando da settimane, il 14 settembre la scuola riparte, anzi ripartono le tante scuole d’Italia. Abbiamo piu’ di 4mila plessi scolastici, piu’ di 8mila autonomie.

Abbiamo fatto un lavoro enorme per garantire al massimo la sicurezza di studenti, studentesse e di tutto il personale scolastico”. Cosi’ il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in collegamento streaming con i giurati del Giffoni Film Festival.

“Abbiamo fatto un lavoro enorme perche’ mantenere un metro di distanza, come il Comitato tecnico scientifico ci ha detto di fare, non e’ stato facile. La scuola ha subito dei tagli enormi nel corso degli anni precedenti.

Avevamo e abbiamo ancora delle classi molto sovraffollate. Tutta l’estate – ha aggiunto il ministro Azzolina – e’ servita a ricavare aule nuove, a trovarne altre”. (ANSA)

Scuola, arriva l’ok delle Regioni, ma a una condizione: ecco di cosa si tratta

Scuola, c’è l’ok delle Regioni. La Conferenza delle Regioni ha dato il via libera al documento con le “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai” di Covid “nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”, con l’eccezione di una modifica.

Lo ha detto la coordinatrice all’Istruzione Cristina Grieco, mentre il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia ha chiarito che “permangono le preoccupazioni per aule e trasporti”.

Venerdì il via libera definitivo

Il documento, dunque, è stato condiviso, “a parte una modifica per renderlo più coerente con gli altri documenti. Venerdì c’è la conferenza unificata e ci sarà il via libera definitivo”.

Ha spiegato la coordinatrice all’Istruzione, Cristina Grieco, assessore in Toscana. “E’ bene avere tutti una linea di condotta uguale”, ha detto.

“Perplessità su aule e trasporto”

Resta però il nodo su due aspetti fondamentali che riguardano la gestione delle aule e del trasporto dei ragazzi. “Vediamo intanto il Cts come si esprime, la situazione è complessa ma sugli organici c’è stata una risposta.

Piano piano ci stiamo arrivando a trovare una quadra; il problema rimane quello del trasporto degli studenti”, ha detto ancora la Grieco. Proprio di questo ha parlato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia con deleghe a Salute e Protezione civile, Riccardo Riccardi: “In vista della riapertura delle scuole, permangono perplessità in merito alle disposizioni nazionali inerenti il trasporto pubblico locale e il dimensionamento delle aule scolastiche”.

Sul trasporto è rischio caos

Proprio il nodo sui trasporti è stato al centro dell’incontro tra governo e Regioni, terminato mercoledì con un nulla di fatto. Visto il mancato accordo sull’utilizzo e sul distanziamento sui mezzi pubblici, i ministri e le Regioni hanno deciso di aggiornarsi venerdì.
Leggi anche Scuola, Salvini annuncia: “Mozione di sfiducia per Azzolina, meritiamo di meglio
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo