Scarcerato il boss della camorra: Michele Mazzarella torna a casa per buona condotta

3 mesi fa
1 Settembre 2020
di nunzia d'aniello

Michele Mazzarella è stato scarcerato grazie all’indulto e alla buona condotta come riporta il Mattino. L’uomo avrebbe dovuto scontare una pena di 29 anni e 2 mesi di reclusione dopo essere stato condannato per omicidio, associazione camorrista e traffico di stupefacenti.

L’aggravante del metodo mafioso è caduta per l’omicidio Giuseppe Ginosa. Mazzarella fu condannato nel 2000, ma è riuscito ad uscire dal carcere 9 anni prima della fine della pena.

La famiglia

Michele ‘o fenomeno rincontrerà la moglie Marianna Giuliano, scarcerata nel giugno del 2019. Lady camorra, figlia dell’ex boss Luigi Giuliano e di Carmela Marzano, è tornata a Forcella.

Marianna nel 1999 sposò Michele, figlio del Ras Vincenzo ‘o Pazz. Inoltre recente anche Salvatore Giuliano è uscito dal carcere. Il suo nome divenne tristemente noto il 27 marzo 2004 quando fu uccisa Annalisa Durante.

La storia di Annalisa Durante

La giovane stava chiacchierando con un’amica quando due ragazzini su uno scooter spararono dei colpi diretti al boss Salvatore Giuliano detto ‘o russo, che era entrato nel mirino di una banda rivale.

Purtroppo la ragazza si trovò sulla traiettoria dei colpi sparati e un proiettile le trafisse l’occhio e le colpì il cervello. Morì dopo tre giorni di coma irreversibile.

La famiglia con un grande gesto d’amore autorizzò l’espianto degli organi grazie al quale sette persone vivono.

Il 31 marzo 2006 il ventunenne Salvatore Giuliano venne condannato dalla quarta sezione della Corte d’assise del tribunale di Napoli a 24 anni di reclusione.

Nonostante la pena sia stata ridotta in appello a 18 anni, con la sentenza del 16 aprile 2008 la Cassazione ha definitivamente condannato Salvatore Giuliano a 20 anni di reclusione.

Anche ‘o Russo è tornato perchè ha avuto uno sconto di pena di 4 anni per buona condotta.
Leggi anche: Giletti minacciato, è sotto scorta. Il boss: “Questo ci rompe la m…”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo