Connect with us

cronaca

Willy, il padre di Pincarelli: “Quando esce e beve non capisce più niente”

Published

on

Willy

Omicidio Willy. “Mario è un ragazzo perbene, generoso, ma la sera quando esce beve e non capisce più niente”. Sono le parole di Stefano Pincarelli, il genitore di uno dei ragazzi in carcere per l’omicidio del coetaneo Willy Monteiro Duarte, massacrato di botte a Colleferro.

L’uomo, padre anche di una figlia trentenne avuta da una precedente relazione, in un’intervista rilasciata ad Adnkronos a firma di Silvia Mancinelli, ha raccontato com’è il figlio, “un ragazzo affettuoso che quando vede qualcuno in difficoltà deve difenderlo”.

Stefano

Ha spiegato cosa ricorda della notte tra il 5 e 6 settembre, quando è stato ucciso Willy: “Quel sabato sera Mario è uscito, è tornato a casa intorno alle 4,30 di domenica.

Io ero sveglio, mi ha salutato e mi ha detto che sarebbe andato a dormire da alcune amiche. Ma un genitore come sa dove va un figlio o cosa fa? È stato un mio amico a dirmi, poco più tardi, cosa era successo”.

Stefano Pincarelli

Ha spiegato di conoscere i fratelli Marco e Gabriele Bianchi da quando erano piccoli. “Mi chiamano zio, sono bravissimi ragazzi” ha detto.

La sera in cui è morto Willy Stefano è passato a trovarli:

“Sono andato a casa loro poco prima che succedesse il fatto. Ma si sa, quando escono esagerano con l’alcol”. Mario è incensurato, da bambino come spiega il padre, aveva praticato Karate per un anno, ma aveva subito spesso e ha interrotto la scuola per lavorare come operaio.

“Mario è stato coinvolto nella rissa con Francesco Belleggia e se ne stavano andando, era finito tutto. Due ragazzi che erano lì hanno chiamato i Bianchi chiedendogli di intervenire. Se non avessero fatto quella telefonata tutto questo non sarebbe successo”.

Pincarelli è convinto che suo figlio non abbia capito la gravità della sua situazione:

“Mio figlio nemmeno se n’era accorto che quel ragazzo fosse morto. Stanno sempre bevuti, fumati quando rientrano.

Ma stava bene, pulito, preciso quella notte. Lo ha accompagnato a casa un amico che oggi è andato a testimoniare, non è tornato coi Bianchi”. (Fanpage)
Leggi anche: Willy, i fratelli Bianchi: “Non una parola. Incastriamo Mario Pincarelli”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)