Nubifragi in Campania: “Lasciare nell’immediato le abitazioni”. L’annuncio del sindaco

di nunzia d'aniello
3 mesi fa
14 Ottobre 2020

Nubifragi in Campania. Scatta l’allerta in tutta la Regione. Il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, in seguito dall’allerta meteo arancione diramata dalla Protezione civile regionale della Campania, ha firmato un’ordinanza.

L’ordinanza

Impone ai cittadini, residenti al piano terra, di alcune zone del comune di lasciare immediatamente le proprie abitazioni e li invita a raggiungere parenti o amici o a recarsi nel centro di accoglienza allestito dal Comune nei locali della scuola Baccelli.

Il primo cittadino raccomanda a tutti i cittadini di osservare “la massima prudenza negli spostamenti” e di evitare “la percorrenza di strade montane, pedemontane e collinari”. Disposta anche la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Il 27 settembre scorso, le aree segnalate erano state interessate da nubifragi e allagamenti.

Campania flagellata dal maltempo. Allerta arancione in Campania della Protezione civile regionale valido per 24 ore, dalle 18 di oggi e fino alle ore 18 di domani 15 ottobre.

Il Comune di Napoli

Ha deciso di chiudere le scuole di ogni ordine e grado compresi gli asili nido, i parchi, i cimiteri e gli impianti sportivi cittadini. Gia’ a partire dalle ore 18 di oggi mercoledi’ 14 ottobre saranno chiusi i parchi cittadini compreso l’impianto sportivo del Virgiliano. (Agi)

La protezione civile della Regione CAMPANIA

Ha emanato un avviso di allerta meteo con criticita’ idrogeologica di livello arancione dalle 18 di oggi fino alle 18 di domani, giovedi’ 15 ottobre. Si prevedono su tutte le zone precipitazioni diffuse, a carattere di rovescio e temporale, localmente di forte intensita’. Venti da sud-sudOvest forti con raffiche e mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste.

Campania, le previsioni

Una condizione meteo che dara’ luogo a possibili frane, cadute di massi, allagamenti in particolare nelle aree gia’ fragili o interessate da incendi boschivi o dalle ultime precipitazioni. Nell’avviso diramato dalla protezione civile si evidenziano anche possibili allagamenti di locali al pian terreno e uno scorrimento superficiale delle acque nelle strade.

Sono escluse le aree 4 e 7 della regione (Alta Irpinia, Sannio e Tanagro) dove la criticita’ sara’ di colore giallo con precipitazioni a carattere di rovescio e temporale, localmente di moderata intensita’.

La protezione civile

Raccomanda pertanto alle autorita’ competenti di “porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi, sia in ordine al dissesto idrogeologico connesso alle precipitazioni (rovesci e temporali) sia in ordine alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso”.

Si raccomanda di “attivare ogni vigilanza e presidio territoriale” nelle zone gia’ interessate da danni causati dal maltempo delle scorse settimane.

Il meteo di domani, 15 ottobre 2020

Italia nel maltempo. Piogge e temporali bagneranno le regioni centro-settentrionali, anche la Sardegna. Nevicate sull’arco alpino sopra 1200 metri. Condizioni di spiccata instabilità anche al Sud, con rovesci su Campania e Calabria.

NORD

Marcata instabilità su tutte le regioni, con frequenti occasioni per rovesci e temporali; nevicate imbiancheranno l’arco alpino sopra 1200 metri circa.

Valori massimi fino a 11 gradi a Torino, 10 a Milano, 13 a Bologna e 14 a Genova.

CENTRO e SARDEGNA

Precipitazioni a carattere sparso su Lazio, Toscana, Umbria, con rovesci temporaleschi; occasionali precipitazioni anche sulle Marche, alternate a schiarite. Sulla Sardegna, temporali sulle province settentrionali.

Punte di 15 gradi a Firenze, 17 a Roma, 13 a L’Aquila

SUD e SICILIA

Correnti perturbate condizionano il tempo su tutte le regioni: piogge e temporali interesseranno la Campania la Calabria, il Salento e la Basilicata. Rischio fenomeni intensi sulla Calabria tirrenica.
Punte massime di 19 gradi a Napoli, fino a 21 gradi a Catanzaro e 22 a Palermo.
Leggi anche Italia flagellata dal maltempo. Nubifragi, piogge forti e neve, ecco le zone colpite
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo