Neonato di circa un mese, trovato abbandonato in strada

di nunzia d'aniello
3 mesi fa
15 Ottobre 2020

Neonato di circa un mese trovato abbandonato in strada. Ancora una volta ci si imbatte in tragedie simili. Stando a quanto ci perviene il piccolo non è in pericolo di vita.

I fatti

Un Neonato e’ stato trovato poco dopo la mezzanotte abbandonato all’angolo di una strada a Verona. E’ successo nel quartiere di Golosine.

Il piccolo, di circa un mese, come hanno riferito gli operatori sanitari del 118, e’ stato trasportato in ambulanza all’Ospedale della Donna e del Bambino.(ANSA)

Si cerca ora disperatamente la mamma. Fortunatamente come riferito prima dagli operatori del 118 e poi dai medici in ospedale che hanno preso in cura il neonato, il piccolo non avrebbe complicazioni.

Resta alta nel frattempo l’attenzione per quel ch concerne il virus

Il governo non esclude il lockdown a Natale. Si fa sempre più pesante tale possibilità e a rimarcarla durante l’incontro avuto coi giornalisti a Capri è proprio il premier Conte che a domanda diretta risponde: “Io non faccio previsioni per Natale, io faccio previsioni, in questo momento, sulle misure più idonee per prevenire un nuovo lockdown”.

Il premier Giuseppe Conte, a margine di un incontro a Napoli, risponde così ai cronisti che gli hanno chiesto un commento sulle dichiarazioni di alcuni virologi, secondo i quali, “un lockdown a Natale sarebbe auspicabile”.

Per il governo e il presidente del Consiglio

“Dipenderà molto dal comportamento di tutta la comunità. È una partita in cui vinciamo tutti altrimenti perdiamo tutti. Non si può pensare che il governo risolva il problema, lo abbiamo risolto ed ho dato merito alla comunità.

È stata la comunità nazionale che ci ha aiutato a superare la fase più dura, la stessa comunità italiana benemerita che ha affrontato una prova difficilissima e ne siamo usciti vincitori”. (Cronache)

La situazione in Italia

Nuovo record di casi. Mai cosi’ tanti casi di Covid in 24 ore registrati in Italia dall’inizio dell’epidemia: oggi i nuovi contagi sono 7.332 (ieri erano 5.901), ampiamente superato dunque il record raggiunto il 21 marzo, 6.657 casi in un giorno.

In lieve aumento i decessi, 43 oggi contro i 41 di ieri (36.289 in totale).

Impennata dei ricoveri in regime ordinario

394 in piu’ (ieri 255), per un totale di 5.470, mentre frena la crescita delle terapie intensive, oggi 25 in piu’ contro il +62 di ieri (sono ora 539 in tutto). Grande incremento per il numero dei tamponi effettuati in Italia nelle ultime 24 ore: sono 152.196, quasi 40mila in più di ieri, quando erano stati 112.544. Lo comunica il ministero della Salute. Il totale dei tamponi effettuati sale a 12.914.895.

Sono 43 le vittime del Covid nelle ultime 24 ore in Italia, due piu’ di ieri che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 36.289. Cresce anche il numero degli attualmente positivi: secondo i dati del ministero della Salute ad oggi sono 92.445, con un incremento rispetto a martedi’ di 5.252.

Di questi, 5.470 sono ricoverati nei reparti ordinari, 394 in piu’ nelle ultime 24 ore, 539 sono in terapia intensiva, con un incremento di 25 rispetto a ieri, e 86.436 sono in isolamento domiciliare (+4.833). Meno evidente la crescita dei dimessi e dei guariti: sono 2.037 in un giorno che portano il totale a 244.065

Le regioni più colpite sono la Lombradia con 1884 casi, la Campania con 814 e il Veneto con 657.

Leggi anche: Nubifragi in Campania: “Lasciare nell’immediato le abitazioni”. L’annuncio del sindaco
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo