Focolaio tra neonati in ospedale: più di 10 bimbi positivi, uno è in terapia intensiva

4 giorni fa
17 Ottobre 2020
di angela capasso

AGGIORNAMENTO ORE 19,20 E’ falsa la notizia, circolata sulla stampa, di un cluster di 13 neonati positivi al Covid al policlinico Umberto I. Lo precisa il Direttore generale dell’ospedale romano, Vincenzo Panella. “Al Policlinico Umberto I – spiega – sono oggi ricoverate 5 donne Covid positive che hanno partorito neonati completamente sani. Per la totale sicurezza i neonati sono stati sottoposti a tampone risultato negativo in tutti. Allo stesso modo dall’inizio della pandemia sono sempre risultati negativi tutti i bambini nati all’Umberto I da madre Covid positiva. Si ribadisce quindi che la notizia di neonati positivi al Coronavirus presso l’Umberto I e’ totalmente falsa e l’Azienda si riserva di tutelare la propria immagine nelle idonee sedi e di procedere ad una denuncia per procurato allarme”.

Neonati positivi, cos’era girato in queste ore sui media nazionali

Tredici neonati sono risultati positivi al coronavirus nel reparto neonatale dell’Umberto I. Tra questi, uno, più grave, si trova ricoverato in terapia intensiva, perché nato prematuro. Anche gli altri neonati insieme alle mamme, visto l’aumento dei contagi, sono stati sottoposti ai test per la ricerca del Covid.

Focolaio tra neonati

A riportare la notizia La Repubblica, un focolaio quello del Policlinico, creatosi perché, non ci sarebbe lo spazio necessario per isolare in modo opportuno e in sicurezza il reparto.

Non è chiaro quale sia stato il paziente positivo dal quale è partito il cluster, la Asl ha avviato un’indagine epidemiologica. Ancora non è stato individuato il caso numero 1: quello che si sa è che una mamma è arrivata a partorire positiva al coronavirus e forse da lei è partito il cluster.

Nel Lazio 994 casi, 12 morti e 62 guariti

Nel Lazio sabato 17 ottobre si registrano 994 casi di coronavirus, rispetto ai 795 casi registrati venerdì. Sono state 12 le persone decedute, sette in più rispetto al giorno precedente (5) e 62 i guariti nelle ultime 24 ore. Oggi sono stati elaborati 28mila tamponi, un nuovo record del Lazio, il più alto numero di testati in rapporto alla popolazione.

I positivi sui tamponi effettuati sono il 3,6%. Ieri i tamponi processati erano 20mila. A Roma i nuovi positivi sono 494, mentre nelle province si registrano 338 casi e 2 decessi. Fonte: Fanpage

Focolaio nella casa di riposo in Campania: ci sono vittime. Morti due anziani nella notte

Due anziani della casa di riposo focolaio di Portici (in provincia di Napoli, in Campania) sono morti nelle ultime 24 ore. Si tratta di un uomo e una donna: il primo è deceduto al Covid Hospital di Bosco, la seconda era in quarantena nella Rsa.

L’uomo ultraottantenne è stato il primo a risultare positivo nella casa di riposo «Pio XII» e ricoverato in ospedale, ma non in condizioni gravi. Dopo il riscontro della sua positività l’Asl, con il coordinamento del responsabile aziendale Antonio Coppola, predispose i tamponi per tutti e il risultato fu un vero bollettino di guerra: 57 positivi di cui 41 pazienti anziani e 16 operatori sanitari.

Da allora gli anziani positivi sono stati separati da quelli negativi e altri due anziani Covid sono stati ricoverati in ospedale. L’uomo, a Bosco da 10 giorni ma non in terapia intensiva, è morto ieri alle 17 ma i familiari lo hanno scoperto solo alle 20.30 dopo aver chiamato per conoscere le condizioni del paziente, già affetto da altre patologie.

Morta nella casa di riposo anche una donna 95enne, con altre patologie e risultata negativa al primo screening di tamponi. I medici avevano disposto proprio per queste ore un nuovo screening anche sui negativi perché nella prima fase il virus poteva essere in incubazione.
Leggi anche In Campania nuovo bollettino nero, superati i 1400 contagi: quasi esauriti i posti in ospedale. I dati
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo