La Campania si ferma, il coprifuoco è alle 23 ma ovunque è gia deserto. Forze dell’ordine blindano le strade

1 mese fa
23 Ottobre 2020
di angela capasso

CAMPANIA. E’ una Napoli praticamente gia’ spenta quella che si avvicina allo scattare del coprifuoco per il Covid 19 che parte alle 23, con mezz’ora di tolleranza per chi esca da locali e ristoranti.

Pochissime le auto in giro gia’ alle 21 di venerdi’ sera, quando la citta’ di solito e’ piena di traffico per i ristoranti, i teatri, la movida.

Deserto il lungomare nella zona di Mergellina, con gli chalet senza clienti che stanno coprendo le vetrine con panni bianchi perche’ dalle 21 e’ vietata la vendita di cibo e alcol da asporto, permessa solo seduti al tavolo.

Chiudono anche i chioschi sul lungomare, famosi per i taralli e la birra, che non hanno pero’ tavolini. Anche nella zona collinare, in via Aniello Falcone dove al venerdi’ e sabato si riuniscono migliaia di giovani, ci sono solo alcuni ragazzi e ragazze seduti ai tavolini, ma nessuno in piedi vicino al muretto panoramico sul Golfo, sede della movida.

In Piazza Sannazaro due i tavoli occupati ai ristoranti di pesce, mentre la pizzeria ha ancora un po’ di persone a cena. Molte le auto delle Forze dell’ordine che pattugliano le strade principali.

E’ un coprifuoco che anticipa quello che potrebbe inevitabilmente accadere nei prossimi giorni, così come anticipato dal governatore De Luca. La Campania infatti si chiuderà: sarà lockdown 2 con la serrata di tutte le attività ad eccezione di quelle essenziali. Si attende nelle prossime ore la decisione della regione.

De Luca chiude tutto, il sindaco di Napoli non ci sta più: “La Campania è fuori controllo, governo intervenga”

La situazione della Campania “e’ fuori controllo”, e il Governo ne assuma “il coordinamento”. E’ l’appello lanciato in un video postato sul sito del Comune di Napoli del sindaco Luigi de Magistris dopo l’annuncio di un lockdown territoriale.

De Luca alza bandiera bianca

“Trovo sconcertante che, senza comunicazione ufficiale per correttezza istituzionale, De Luca attraverso i suoi canali social comunichi di aver deciso lockdown – dice – attraverso il suo presidente la Campania alza bandiera bianca. E’ davvero una giornata di rabbia e di grande amarezza. Chiedo al governo di intervenire subito con misure adeguate sul piano sociale, sanitario ed economico. E’ l’appello che faccio come sindaco di Napoli”.
Leggi anche De Luca chiude la Campania e corre ai ripari: “Misure urgenti dal governo per sostenere l’economia”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo