Lockdown a Napoli, il sindaco de Magistris: “Spero ci sia collaborazione da De Luca”

4 settimane fa
29 Ottobre 2020
di angela capasso

“Ho apprezzato la telefonata del ministro Speranza per lo spirito, per la costruttività, per le prospettive future. E’ questo lo spirito che ho sempre auspicato”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenuto questa mattina a Radio Crc, riferendo della conversazione telefonica avuta ieri pomeriggio con il ministro della Salute Roberto Speranza, interpellato da de Magistris e dal sindaco di Milano Giuseppe Sala ieri mattina in una lettera sull’ipotesi di lockdown per le due metropoli.

“Con Speranza abbiamo ragionato non solo di aspetti sanitari – ha aggiunto de Magistris – ma anche sociali ed economici. Sono molto contento dell’iniziativa con il sindaco di Milano che ha dato il senso di un Paese unito, che chiede al Governo di essere vicino e di lavorare insieme assumendoci noi sindaci le responsabilità.

E’ un po’ lo stesso auspicio che ho cercato in territori più vicini, come Palazzo Santa Lucia”, sede della Regione Campania. “Anche lì – sottolinea de Magistris – spero che il mio stesso appello venga accolto, pur prendendo atto delle contumelie che mi ha recentemente riservato il presidente della Regione. Ma su questo ho una cultura evangelica, da un orecchio mi entra e dall’altro mi esce”.

Lockdown totale a Napoli: il governo risponde al sindaco de Magistris. La lettera

Rischio lockdown a Napoli e Milano. “L’Istituto Superiore di Sanità e attraverso esso la cabina di regia, sono in grado di predisporre un focus specifico sulle città di Milano e Napoli. Il documento sarà messo a disposizione delle regioni e dei comuni interessati”. Dunque un focus specifico sulle due città. È questo – secondo quanto apprende l’Ansa – il cuore della lettera inviata dal ministero della salute ai sindaci di Milano e Napoli.

De Magistris e Sala avevano sollevato il dubbio che, dopo le parole del consulente del ministero Ricciardi, il dicastero avesse dati non noti ai sindaci stessi. Nelle due città si sta verificando una preoccupante seconda ondata di contagio. Una lettera scritta a quattro mani e indirizzata al ministro della Salute, Roberto Speranza, per chiedere chiarimenti sulle dichiarazioni rilasciate ieri dal suo consulente, Walter Ricciardi, che ha sostenuto la necessità di un lockdown per Napoli e Milano.

L’iniziativa è del sindaco del capoluogo campano, Luigi De Magistris, e del suo omologo meneghino, Giuseppe Sala. I due si sono sentiti telefonicamente per confrontarsi sul momento difficile che attraversano le due città.

“Abbiamo chiesto al governo e al ministro di farci sapere qual è la posizione del ministero della Salute”, spiega De Magistris in un video sulla sua pagina Facebook, “se hanno elementi, dati, circostanze e informazioni che non sono a disposizione delle città di Napoli e di Milano”.

Lockdown a Napoli, le parole di De Magistris

L’ex pm ribadisce che, in un momento così difficile, “le decisioni vanno prese insieme”.”Ci vuole grande collaborazione istituzionale tra Governo, Regioni e Comuni”, sostiene il sindaco di Napoli.

“Insieme si possono prendere le decisioni migliori per la salute dei nostri concittadini. Bisogna anche per salvaguardare la situazione che diventa sempre più esplosiva dal punto di vista sociale, economico e del lavoro. Questo messaggio di unità tra Napoli e Milano è un bel segnale per tutto il Paese”.
Leggi anche Nuova stretta in Campania: coprifuoco dalle 20 per i minorenni, chiuse sale gioco e bar. Scatta l’ordinanza del sindaco
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo