“De Luca faccia come vuole, noi chiudiamo”. Nuovo provvedimento in Campania: chiusura fino a dicembre. L’ordinanza del sindaco

1 settimana fa
21 Novembre 2020
di angela capasso

GIUGLIANO. A Giugliano (in provincia di Napoli, in Campania) le scuole resteranno chiuse fino al 4 dicembre. A comunicarlo è il sindaco Nicola Pirozzi. Il primo cittadino ha emanato un provvedimento con cui ha disposto la chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

La comunicazione nel pomeriggio. “Ho firmato una nuova ordinanza – scrive Pirozzi – che sarà pubblicata in giornata che prevede la chiusura delle scuole di infanzia e primaria fino al 4 dicembre, indipendentemente dalla decisione del Governatore De Luca.

Dobbiamo tutelare la salute pubblica dei cittadini. Non abbiamo garanzie sanitarie per aprire le scuole”. Così ha dichiarato il sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi ai microfoni di Radio Crc Targato Italia, intervenuto nella puntata speciale di “Più di così”, condotta da Taisia Raio in onda dalle 16 alle 18.

Il primo cittadino di Giugliano ha parlato anche dell’ordinanza a favore dei suoi concittadini: “Con i vigili urbani – ha continuato Pirozzi – abbiamo deciso di sospendere il pagamento della sosta sulle strisce blu, dal 21 al 30 novembre”.

In conclusione, il sindaco ha lanciato un appello nel primo week-end di zona rossa in Campania: “I cittadini stanno rispondendo bene alle misure restrittive. Le forze dell’ordine ci aiutano a fare controlli ma serve il buonsenso di tutti, per dare un segno di maturità e di responsabilità”.

Scuole in Campania, tra poche ore la nuova ordinanza. De Luca potrebbe cambiare tutto, ecco cosa sta accadendo

Lunedì prossimo arriverà la decisione sull’eventuale riapertura in Campania delle lezioni in presenza per la scuola dell’infanzia e le prime classi della scuola primaria, eventualita’ ipotizzata per martedi’ 24 novembre.

Le Asl comunicheranno infatti dopodomani i risultati dello screening volontario in corso da giorni su operatori scolastici e piccoli alunni: sulla base dei dati e delle relazioni presentate, verranno assunte le decisioni in merito alla riapertura delle attivita’ in presenza, “fatta salva, in ogni caso, la possibilita’ per i singoli Comuni di decidere in autonomia in relazione a situazioni di specifica criticita’ sui singoli territori”.

Le operazioni di screening proseguiranno anche nelle prossime settimane e verranno estese alle fasce della popolazione studentesca di eta’ piu’ elevata rispetto a quelle coinvolte finora. De Luca a quel punto, se la riapertura delle scuole sarà compatibile con la situazione epidemiologica in Campania, potrebbe emettere una nuova ordinanza.
Leggi anche “De Luca adesso basta, noi dobbiamo lavorare”. La rabbia dei commercianti in Campania contro il lockdown 
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo

ti potrebbe interessare