Furbetti del Covid, positivo va a spasso per Napoli. Denunciato uomo di 29 anni

di Angela Capasso
5 mesi fa
26 Novembre 2020

Furbetti del Coronavirus. Proseguono serrati i controlli del territorio disposti dal comando provinciale di Napoli per i Carabinieri della compagnia Napoli Vomero.

Da parte dei militari un invito all’uso delle mascherine ma anche sanzioni e denunce. I Carabinieri della stazione di Napoli Marianella hanno denunciato un 29enne del posto.

L’uomo – nonostante il divieto di uscire dalla propria abitazione perche’ positivo al Covid – e’ stato trovato in strada poco distante da casa sua.

Sanzionato anche un bar

Durante i controlli, i Carabinieri hanno anche sanzionato il titolare di un bar in via Santa Maria a Cubito. L’uomo consentiva ai clienti di consumare all’interno del locale nonostante il divieto imposto dalle recenti normative anti-contagio. 5 sono i giorni di sospensione per l’attivita’ commerciale e 680 gli euro da pagare per la sanzione irrogata.

Napoli, il Covid non vince la solidarietà: il tampone sospeso arriva anche a Scampia

A Napoli, dopo il rione Sanità, arrivano anche a Scampia il tampone solidale e il tampone sospeso. L’iniziativa dell’associazione Sadisa (Sanità, diritti in Salute) ha trovato grande riscontro.

Tanta gente attende in fila per accedere all’oratorio della parrocchia Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo, in piazza della Libertà, dove sono state montate le strutture per effettuare i tamponi.

Angelo Melone, presidente di Sadisa, così commenta fiero l’iniziativa: “Questa iniziativa è partita dal centro, dal rione Sanità, per poi estendersi in periferia in un’ottica di condivisione del problema.

La Sanità e Scampia sono due quartieri distanti ma anche simili dove c’è un alto rischio di contagio. Questo perché nuclei familiari molto numerosi vivono in contesti ristretti. Abbiamo intercettato l’esigenza di fare il tampone che purtroppo si scontrava con i costi elevati”.
Leggi anche Il sindaco di Napoli conferma: “Lo stadio si chiamerà Diego Armando Maradona. Lo vuole il popolo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo