Virus in Campania, frenano leggermente i contagi: decine di morti nelle ultime 48 ore. Il bollettino

di nunzia d'aniello
2 mesi fa
27 Novembre 2020

Virus in Campania. Cala lievemente il numero dei contagi, ma ancora deceduti. Sono 2.924 i casi di Covid-19 segnalati oggi dall’unita’ di crisi della Regione CAMPANIA.

Virus – Questi i dati nello specifico

Sono 2.650 gli asintomatici, mentre 274 persone presentano sintomi. I tamponi processati sono 22.301 con una percentuale di positivi sui tamponi del 13,1%, leggermente superiore a quella di ieri. A livello nazionale la percentuale oggi e’ pari al 12,7%.

I deceduti sono 63, di cui 37 avvenuti nelle ultime 48 ore e 26 verificatisi nei giorni precedenti ma registrati oggi a seguito di accertamenti.

Virus – I guariti nelle ultime 24 ore

Sono 2.263. Dall’inizio dell’emergenza Covid a oggi, l’unita’ di crisi ha registrato un totale di 148.942 positivi su 1.530.803. Sono 1.546 le persone decedute e 43.414 quelle guarite.

La regione potrebbe diventare arancione già nelle prossime ore. Le novità

Arrivano segnali incoraggianti dalla Campania. La crescita dei contagi infatti sembrerebbe aver raggiunto il picco ed essersi rallentata.

A fornire un anticipazione importante è il quotidiano Il Mattino che stamattina titolo sul giornale: “La Campania va verso la zona arancione”.

In Campania indice Rt sceso sotto l’1

L’indice Rt infatti è finalmente sceso ad una soglia meno critica, ovvero sotto l’1. Nelle ultime due settimane infatti il Covid ha rallentato la sua corsa.

In virtù del miglioramento di molti dei 21 indicatori di rischio considerati dal ministero della Salute e attraverso il quale è possibile il monitoraggio delle regioni, la Campania quindi potrebbe avviarsi a cambiare colore.

Giletti attacca De Luca ma lo sceriffo è difeso: “Date informazioni corrette, non si faccia audience sulla pelle dei cittadini”

Non è ancora terminata la guerra. Nella battaglia che sta proseguendo ormai da due settimana tra Vincenzo De Luca e Massimo Giletti, il Codacons l’Associazione Utenti Radiotelevisivi si schierano a favore del governatore.

“Non è possibile rincorrere l’audience sulla pelle dei cittadini, in un momento delicatissimo per il paese e per la sanità in cui si dovrebbe dare una informazione corretta, precisa e imparziale – spiegano le due associazioni.

“De Luca ha sicuramente molte colpe, e ha commesso errori nella gestione della sanità regionale, ma non si può far credere ai telespettatori, come ha fatto Giletti, che la Campania abbia ricevuto soldi a palate per il Covid, quando in realtà gli stanziamenti da parte dello Stato erano riferiti ad ambiti e settori del tutto diversi.

Codacons e Associazione Utenti Radiotelevisivi si riferiscono alla nota diramata dalla Regione Campania; qui si smentivano i numeri forniti da “Non è l’arena” nel corso della puntata del 22 novembre scorso. Con tanto di dati ufficiali.

“Se Vincenzo De Luca querelerà Giletti, e considerato il nostro compito statutario di tutela degli utenti dei servizi radiotelevisivi, ai quali la legge garantisce una informazione corretta e pluralista, interverremo a suo favore nel procedimento” proseguono le associazioni.

“Perché riteniamo che certe “furbate” televisive, soprattutto in questo momento, ledano il diritto dei cittadini ad una corretta informazione”.
Leggi anche: Nuova ordinanza, cambia tutto. De Luca: “Cancelli chiusi fino alla Befana”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo