De Luca anticipa tutti, c’è la data di riapertura delle scuole: “Decisa con il governo”

di angela capasso
2 mesi fa
28 Novembre 2020

Nella consueta diretta del venerdì Vincenzo De Luca parla della riapertura della scuola, della zona rossa e dei mancati controlli. Il governatore della Campania fa sapere che c’è stata una riunione con il governo in cui si è parlato proprio della riapertura delle scuole in Italia.

Orientamento al 9 gennaio

“Ieri c’è stata una riunione con il governo e c’è l’orientamento di aprire le scuole il 9 gennaio. Ma si poteva mai immaginare di aprire le scuole il 9 dicembre poi chiuderle per le feste poi riaprirle a gennaio? Non ci sono parole.

Siamo in un paese dove le cose più semplici sono una conquista. Mi auguro si aprano le scuole a gennaio mettendo in condizione i comuni di riaprire in sicurezza” ha detto.

E per ciò che riguarda la zona rossa, De Luca afferma: “Si sta ragionando sulle zone che per me sono una grande buffonata. L’unica regione che ha chiesto un’operazione trasparenza siamo noi della Campania.

Al di là dei negozi di abbigliamento per adulti e di altri generi, è tutto aperto e il livello dei controlli, tranne i primi due giorni, è uguale a zero”, tuona.

Parlare di zona rossa fa innervosire, volevo dire fa indignare. Mi sono convinto che cari concittadini siamo nelle mani del Padreterno e della Regione, tutto il resto è valanga di chiacchiere, ipocrisia e finzioni. Questa non è una zona rossa, non so cosa sia ma evitiamo di prenderci in giro”.

De Luca prende in giro il governo ma la Campania resta zona rossa: “Ospedali sotto pressione e rischio alto”

La Campania resta zona rossa. Il ministro della Salute Roberto Speranza, a seguito della riunione tenutasi ieri con Comitato tecnico scientifico e Cabina di Regia.

Anche se l’indice Tr è sceso sotto alla soglia dell’1 gli ospedali sono sotto pressione. A riportarlo questa mattina è il quotidiano Il Mattino.

Il rischio quindi resta ancora alto tale da spingere il ministro ad una decisione inalterata sul colore della Campania. Restano quindi confermate le medesime restrizioni previste fino ad oggi. L’ordinanza per la Regione Campania resterà in vigore fino al 3 dicembre 2020.
Leggi anche Campania ancora cosa zona rossa, De Luca striglia Speranza: “L’unica da noi è l’Aglianico” 
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo