Conte, nuova ordinanza, è ufficiale: “Bar e ristoranti chiusi, non si esce”. Ecco le date 

di Carolina Sorrentino
3 mesi fa
3 Gennaio 2021

Conte, in arrivo una nuova ordinanza, è ufficiale: “Bar e ristoranti chiusi, non si esce”. È questa la decisione presa durante la riunione dei capidelegazione che sarà formalizzata con un’ordinanza del ministro della salute Roberto Speranza.

Il governo ha convocato le Regioni e alle 19 si riunisce il Comitato tecnico scientifico. Il prossimo weekend, nei giorni 9 e 10 gennaio l’Italia andrà in zona arancione, quindi, saranno chiusi i bar e i ristoranti e sarà vietato uscire dal Comune.

Nuove restrizioni in arrivo

Si valuta poi di varare nuove restrizioni per la settimana dal 10 al 15 gennaio, oppure, di anticipare un nuovo Dpcm per il contenimento del contagio da Covid 19. Bisogna infatti firmare un decreto legge per alcune misure che sono allo studio, in particolare il divieto di spostamento tra le Regione anche se sono in fascia gialla.

Saranno anche cambiati i parametri di valutazione per le Regioni: con l’Rt a 1 scatterà la zona arancione, con 1,25 si andrà in rosso. Di fatto pur tornando al sistema di divisione tra colori, l’area gialla non potrà avere allentamenti generalizzati.

Le date ipotizzate dal governo Conte

I giorni 7 e 8 gennaio l’Italia è in fascia gialla, 9 e 10 in fascia arancione. Dall’11 al 15 gennaio scattano le restrizioni previste a seconda delle fasce di colore che saranno attribuite dopo il monitoraggio dell’8 gennaio. Dal 15 ci sarà invece il nuovo Dpcm.

I capi delegazione e il premier hanno ascoltato gli scienziati e si sono convinti che, visti i dati allarmanti dell’epidemia, sia necessario mantenere misure rigorose anziché allentarle.

Tensioni durante l’incontro

La ministra di Italia Viva Teresa Bellanova è andata all’attacco, denunciando «l’insufficienza del sistema sanitario», la «poca chiarezza sul piano vaccinale», la mancanza di certezze. E chiedendo a Conte di tirar fuori il governo dallo “stallo”.

E aggiunge: «Il patto con le categorie penalizzate a Natale va mantenuto e il DL per i ristori va fatto subito. Sappiamo perfettamente che la ristorazione è stato uno dei settori più esposti e colpiti. I ristori vanno quantificati e garantiti nel prossimo DL. Servono ristori adeguati per il sistema agroalimentare; su cui ricadono le misure di chiusure e limitazioni del canale ristorazione “
Leggi anche: GF Vip, su Twitter l’hashtag #iostocongiulia è in tendenza. La soubrette ha subito un duro attacco
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo