Connect with us

campania

Nuova scossa di terremoto interrompe la “pennichella” in Campania: prima il boato poi trema tutto. Gente in strada

Pubblicato

il

Terremoto in Campania, 5 scosse fanno tremare la terra di De Luca: cittadini impauriti

Una nuova scossa di terremoto è stata avvertita a Pozzuoli poco prima delle 16. Di magnitudo 1.2, quindi non fortissima, è stata comunque sentita dalla popolazione del posto. Si tratta dell’ennesimo evento sismico delle ultime settimane nei Campi flegrei.

La scossa è avvenuta alle 15 e 47 con una profondità di un chilometro. Nonostante la non forte scossa, la bassa profondità ha permesso ai cittadini del posto di percepirla chiaramente.

Nuova ordinanza in Campania: riapre la scuola. Il Calendario

Torna a suonare la campanella nella scuola italiana ma non in tutte, e, comunque, in ordine sparso. Da giovedi’ 7 gennaio si torna in aula nelle scuole elementari e nelle medie, oltre a quelle dell’infanzia. Fatta eccezione per Calabria, Campania e Puglia.

Le scuole superiori di secondo grado rivedranno in aula i ragazzi da lunedi’ 11 gennaio, con presenze al 50%. Ma non sara’ cosi’ per tutto il Paese.

L’Alto Adige, infatti, ha deciso di tentare un ritorno verso la normalita’ e, da giovedi’ 7 gennaio, apre anche gli istituti superiori con presenze fino al 75% e con un minimo del 50%”.

Scuola, in Campania

l’ordinanza prevede che nei giorni 7, 8 e 9 gennaio 2021 restino sospese le attività didattiche in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia della prima e della seconda classe della scuola primaria e delle pluriclassi della scuola primaria che comprendano la prima e/o la seconda. Riprenderanno in presenza a partire dall’11 gennaio.

Dal 7 al 17 gennaio restano invece sospese le attività didattiche in presenza delle classi della scuola primaria diverse dalla prima e dalla seconda. Dal 7 al 24 gennaio restano quindi sospese le attività didattiche in presenza della scuola secondaria di primo e secondo grado, dei laboratori scolastici e le attività in presenza di formazione, anche diversa da quella scolastica.

In Calabria

scuole superiori chiuse fino al 31 gennaio, scuole elementari e medie chiuse fino al 15 gennaio, restano aperti invece gli asili. E’ quanto prevede un’ordinanza firmata oggi dal presidente facente funzioni della Regione Calabria.

In Puglia

“le scuole di ogni ordine e grado, dalle primarie alle superiori, saranno in Ddi, Didattica digitale integrata, sino a venerdi’ 15 gennaio 2021”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ha fermato l’ordinanza nella serata di martedi’.

L’ordinanza sara’ in vigore “per un periodo limitato di tempo, quindi e’ provvisoria e precauzionale, in attesa che la cabina di regia del ministero della Salute chiarisca l’effettivo livello di pericolo”. In Sicilia si ricomincia venerdi’ 8 gennaio e, in queste ore, si sta decidendo con il Cts regionale per l’avvio delle superiori.

In Sardegna l’ordinanza per le scuole superiori di secondo grado dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Ma a quanto pare i ragazzi torneranno in presenza da fine mese.

Non mancano, poi, oltre alle posizioni di altri governatori che non hanno emesso ordinanze ma esprimono scetticismo, oltre ad una profonda preoccupazione, su una riapertura delle superiori dall’11 gennaio, le decisioni di alcuni presidenti di Provincia e di sindaci che hanno gia’ deciso di non riaprire le scuole in presenza nel mese di gennaio.
Leggi anche: Nuovi provvedimenti per la Campania. De Luca “No zona gialla”. Allo sceriffo l’ultima parola. A breve la decisione finale
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)