Reddito di cittadinanza: pagamento gennaio 2021 in arrivo, ma non per tutti. Ecco chi non avrà i soldi

di angela capasso
1 settimana fa
13 Gennaio 2021

Il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2021 è in arrivo ma riserva brutte sorprese. La ricarica non spetterà a tutti. Nel giro di qualche giorno i beneficiari del reddito di cittadinanza secondo la prassi corrente dovrebbero ricevere la ricarica sulla carta RdC, ma solo alcuni.

Come riporta il sito Money.it, il 31 gennaio scade per i beneficiari del reddito di cittadinanza la possibilità di rinnovare l’ISEE al fine di ottenere anche la mensilità di febbraio. Scopriamo chi riceverà i pagamenti e chi invece rischia la mensilità

I pagamenti di gennaio

I pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2021 è in arrivo per coloro che hanno fatto richiesta per la prima volta a dicembre. Di norma infatti il primo accredito dell’Rdc per i nuovi beneficiari arriva entro la metà del mese successivo a quello in cui viene presentata la domanda

Per quanto riguarda i neo beneficiari costoro per il mese di febbraio, e per quelli successivi, riceveranno il pagamento intorno al 27 del mese e comunque non oltre il 30 o 31. Nel caso di febbraio non oltre il 28.

Non solo, nei prossimi giorni, in anticipo quindi rispetto al pagamento dell’RdC per i beneficiari di vecchia data, dovrebbe arrivare anche l’accredito per coloro che hanno fatto richiesta di rinnovo a dicembre e per i quali, terminate le prime 18 mensilità, il reddito di cittadinanza è stato sospeso per un mese come previsto dal decreto 4/2019 convertito nella legge n.26/2019 che ha introdotto il sussidio.

Costoro quindi, immaginiamo entro il 15 gennaio, riceveranno, al pari dei nuovi beneficiari, il pagamento del reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: doppia sospensione pagamento

Il reddito di cittadinanza sarà oggetto a breve di una doppia sospensione del pagamento. I beneficiari devono adempiere all’obbligo di rinnovo dell’ISEE entro il 31 gennaio.

Il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2021, come comunicato anche sa INPS e al pari dello scorso anno, avviene sulla base dell’ISEE 2020.

Coloro che tuttavia non presentano l’ISEE aggiornato entro la fine del mese corrente rischiano la sospensione a febbraio del pagamento del reddito di cittadinanza fino a quando non provvedono al rinnovo.

Sospensioni

Ancora, il pagamento dell’RdC di gennaio è sospeso per coloro che hanno ricevuto il primo accredito a luglio 2019 e che nel mese corrente devono fare richiesta per il rinnovo avendo terminato le prime 18 mensilità.

Il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2021 sarà l’ultimo invece per coloro che hanno ricevuto la prima ricarica ad agosto 2019. Con lo scadere quindi dei 18 mesi possono fare richiesta, a parità di requisiti, a febbraio. Fonte: Money
Leggi anche Bonus 500 euro per tutte le famiglie, si aprono di nuovo le richieste. Ecco a chi spetta e come ottenerlo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo