Nuovo Dpcm, ci siamo, manca solo la firma. Conte in crisi blinda l’Italia: tutte le disposizioni a partire dal weekend

di nunzia d'aniello
2 giorni fa
14 Gennaio 2021

Nuovo Dpcm, ci siamo, manca solo al firma. Proroga dello Stato d’Emergenza al 30 aprile e conferma del divieto di spostamento tra Regioni o Province autonome fino al 15 febbraio (con l’eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione).

Sono queste alcune delle misure contenute nel decreto legge approvato nella tarda serata di ieri dal Governo e volte a contenere la diffusione del Covid.

Nuovo Dpcm – Inoltre, dal 16 gennaio 2021 e fino al 5 marzo 2021, sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

  • è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione.
  • La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Tale spostamento può avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, e all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti;
  • qualora la mobilità sia limitata all’ambito territoriale comunale, sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia;
  • è istituita una cosiddetta area “bianca”, nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di “tipo 1”, un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti.
  • In area “bianca” non si applicano le misure restrittive previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli.
  • Nelle medesime aree possono comunque essere adottate, con DPCM, specifiche misure restrittive in relazione a determinate attività particolarmente rilevanti dal punto di vista epidemiologico.(Anteprima24)

Nuovo Dpcm – Nel frattempo la Campania brinda al suo primato

La stampa tedesca elogia la Regione Campania con grande soddisfazione da parte del governatore Vincenzo De Luca. In un post sulla sua pagina istituzionale, il Governatore racconta la vicenda.

Il post di De Luca

“Il quotidiano tedesco Die WELT in un articolo intitolato “Perché l’Italia lascia indietro quasi tutta l’Europa per le vaccinazioni”, sottolinea come “la tipica differenza fra Nord e Sud, che vede in genere il Nord più efficiente e il Sud più lento e caotico, sia in questo caso capovolta: la regione più veloce è la Campania”.

Ancora una volta, come era già accaduto a marzo, i media internazionali riconoscono il grande valore e l’alto livello di efficienza della sanità campana nella lotta contro il virus. Grazie a tutti gli operatori della Sanità per l’impegno e la professionalità.
Un motivo di orgoglio per tutta la Campania e una spinta a continuare sempre con il massimo sforzo questa battaglia.
Il link all’articolo https://bit.ly/38D9DPN 

Nuova ordinanza per la Campania, De Luca mette in riga e minaccia: “Se ricoveri aumentano, si chiude tutto”

Situazione di nuovo critica in Campania sul fronte dell’emergenza sanitaria Covid-19. Oggi i nuovi positivi sono 1.098 dopo l’analisi 14.742, mentre i guariti sono 1.379.

I decessi sono 48, 15 deceduti nelle ultime 48 ore e 33 deceduti in precedenza ma registrati? ieri. Incremento anche sul fronte ricoveri, i dati: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; occupati: 106. Posti letto di degenza disponibili: 3.160, posti letto Covid e Offerta privata; occupati: 1.405

L’appello del governatore della Campania

E così, in vista di un peggioramento dei dati, è intervenuto il governatore della Campania Vincenzo De Luca attraverso un appello sulla sua pagina istituzionale.

“Faccio appello ai nostri concittadini affinché tutti abbiano comportamenti responsabili. Il fatto di essere collocati in “zona gialla”, se da un lato è la conferma che la linea di rigore produce risultati positivi, dall’altro rischia di provocare effetti drammatici se viene considerata un “liberi tutti”.

Già negli ultimi giorni registriamo un incremento di ricoveri nelle nostre strutture sanitarie, primo allarme che va segnalato a tutti e che richiede il ripristino di comportamenti corretti nelle strade, nelle piazze, negli esercizi commerciali. Una settimana di comportamenti irresponsabili può trasformarsi in mesi di chiusure”.

Insomma, un monito a prestatre la massima prudenza n0nostante l’allentamento delle misure restrittive che non devono far perdere il controllo perchè il Covid è ancora tra noi.

Nel frattempo il ministro Speranza è intervenuto stamane in Senato in merito alle nuove misure previste dal Dpcm in approvazione. “Siamo vicini a vincere la battaglia contro il virus: adesso serve un sforzo unitario a Roma.

I mesi che verranno saranno difficilissimi tra il possibile ritorno del covid e la grande campagna di vaccinazione. Sarà tutto terribilmente complicato: dobbiamo ringraziare i medici e noi non possiamo distrarci.

Il covid ha i mesi contati e grazie i vaccini lo sconfiggeremo. La nottata non è ancora passata. Dovremo ancora convivere con il virus finché le vaccinazioni non avranno avuto l’impatto epidemiologico.
Leggi anche Dramma in Campania, operaio resta incastrato con le gambe nel trattore. Morto uomo di 55 anni
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Leggi anche: