Nuove disposizioni in Campania, De Luca costretto a riaprire tutto. Scatta la protesta delle mamme: “Abbiamo paura”

di Angela Capasso
1 mese fa
20 Gennaio 2021

E’ scontro sui social dopo la sentenza del Tar contro l’ordinanza di Vincenzo De Luca in Campania. Le scuole, fino alla prima secondaria, dovranno riaprire.

In particolare, da domani per ciò che riguarda quarte e quinte elementari e da lunedì per le scuole medie.

Su Facebook a tenere banco è soprattutto il dibattito sulla pagina TUTELIAMO I NOSTRI FIGLI SCUOLE CHIUSE IN CAMPANIA che conta quasi 30mila iscritti.

Sono tantissime le mamme contrarie al ritorno in presenza dei propri figli a scuola, complice anche l’aumento dei contagi degli ultimi giorni.

Sull’altro fronte invece festeggiano le mamme no-Dad che si sono battute strenuamente per il ritorno tra i banchi dei propri bimbi. In questo momento è scambio di invettive e in alcuni casi di parole grosse.

Nuova ordinanza, De Luca riapre in Campania. Arrivano i chiarimenti della Regione, cosa sta accadendo

Il Tar boccia l’ordinanza di De Luca in Campania. Tutte le classi delle scuole primarie e secondarie di I grado quindi dovranno riaprire a partire da lunedì.

La Regione Campania ha appena emanato una nota, con riferimento alla scuola media, nella quale si chiarisce che per queste classi restano efficaci le decisione contenute nell’ordinanza regionale numero 2 del 2021.

Ovvero quella relativa alla sospensione delle attività fino al 23 gennaio. Ciò significa che per tutte le classi delle scuole medie, il rientro in presenza partirà a partire da lunedì 23 gennaio e, fino ad allora, si proseguirà solo con la didattica a distanza.

Ecco il chiarimento della Regione:
COVID-19, CHIARIMENTO SU SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO
(a cura dell’Unità di Crisi)
Con riferimento alla scuola Secondaria di I Grado (scuola media), si chiarisce che fino al 23 gennaio restano efficaci le decisioni contenute nell’ordinanza regionale n.2/2021, quindi resta sospesa ogni attività in presenza, salve le ipotesi già previste dalla stessa ordinanza regionale (alunni con bisogni educativi speciali o con disabilità).
Leggi anche Campania nella morsa del maltempo, da domani cambia tutto: nubifragi, temporali e venti forti. Le zone colpite
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo