Lutto in Campania. Addio a Mascolo, il “re” del panuozzo non c’è più e si porta via un pezzo di cucina nostrana

di Nunzia D'Aniello
1 mese fa
21 Gennaio 2021

Lutto in Campania. E’ morto per Covid Pietro Mascolo, il re “del panuozzo” di Gragnano. Il noto imprenditore era ricoverato presso l’ospedale Cotugno di Napoli, dopo aver contratto il coronavirus. Si è spento nella giornata di ieri.

Gragnano, morto Pietro Mascolo: era il re del Panuozzo

Il 68enne si era ammalato qualche settimane fa. Le sue condizioni sono poi drammaticamente peggiorate fino al tragico epilogo di queste ore.

Mascolo

Era da sempre conosciuto per la sua abilità nella preparazione del panuozzo. Un’attività che richiamava nella città della pasta centinaia di persone ogni sera, almeno prima del virus.

Un vuoto enorme lasciato nella sua famiglia che non ha potuto dirgli addio a causa delle restrizioni Covid. Oggi a piangere Mascolo c’è tutta la città di Gragnano.

Tanti i messaggi apparsi in queste ore sui social

Il figlio Fiorenzo ha scritto: “Mi hai donato il tuo stesso carattere, forte, fiero non lascia vedere le tue emozioni, ma dal cuore grande.

Questa foto descrive come eri, ti piaceva averci tutti in torno a te in ogni occasioni. Adesso vai sei con Ciro quel pezzo del tuo cuore che il destino ti ha strappato troppo presto, da quel giorno sei cambiato, ti eri chiuso, non eri più lo stesso”.

Poi continua: “Tu conoscevi il dolore che ti portavi dentro, ma non hai mai trascurato il tuo senso di Padre e Nonno. Adesso vai sei con Ciro nessuno te lo potrà più togliere resterete insieme per sempre.

Dai un forte abbraccio da parte mia a Ciro e Laura. Buon viaggio Papà”.

A rendere ancora più tragico l’evento anche la circostanza che tre anni fa Pietro aveva perso anche il figlio Ciro, 40 anni. A stroncare il giovane fu un aneurisma. Un doppio lutto in casa Mascolo che pesa sulla città di Gragnano come una ferita.
Leggi anche:Nuovi provvedimenti, torna il sorriso in Campania: “Via i lucchetti, si riapre tutto”. Le regole a partire da oggi
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo