Nuovo focolaio in Campania, torna la paura in città, rischio zona rossa: al via i protocolli 

di Carolina Sorrentino
1 mese fa
21 Gennaio 2021

Nuovo focolaio in Campania, torna la paura in città. Ancora una volta la “leggerezza” di qualcuno danneggia tutti.

Per colpa di una festa di compleanno nel casertano è di nuovo emergenza. Il sindaco del Comune di Teanom dove si è tenuto il party selvaggio fa sapere che farà di tutto per individuare i responsabili.

La vicenda

Una festa di compleanno organizzata in una abitazione privata, con la partecipazione di una trentina di ragazzi tra cui uno risultato poi positivo al Covid, ha fatto scattare l’allerta “focolaio” a Teano, comune del Casertano in cui da inizio gennaio si stanno registrando numeri alti sul fronte dei contagi, in controtendenza rispetto alla maggioranza dei comuni della provincia.

Il sindaco Dino D’Andrea ha annunciato su Facebook che “la vicenda della presunta festa e’ oggetto di indagine da parte della polizia municipale” e che “gli eventuali colpevoli di questo gesto insano ed irresponsabile saranno oggetto di sanzioni”.

Il primo cittadino ha quindi invitato tutti i partecipanti alla festa, che si sarebbe tenuta nella frazione “Casi”, ad effettuare il tampone rapido presso il drive-in allestito alla collina di Sant’Antonio, gestito dai Bersaglieri della Brigata Garibaldi.

“Le eventuali persone positive al tampone rapido – spiega D’Andrea – saranno poi sottoposte a tampone molecolare sempre presso il drive-in della collina di S.Antonio”.

“Si invita le persone coinvolte a evitare spostamenti fuori dalle proprie abitazioni fino all’esito degli esami”. Attualmente a Teano sono 115 le persone positive, 48 in piu’, al netto dei guariti, rispetto al primo gennaio (i positivi erano 73).

Campania, altro caso di positività: una bimba ha il covid

In Campania è ancora emergenza virus. Un’altra bambina è risultata positiva in una scuola a Giugliano, Napoli. La piccola aveva mal di gola, eseguito il tampone la terribile scoperta.

I fatti

Ieri mattina la piccola si è sentita poco bene in classe: aveva mal di gola, uno dei sintomi legati all’infezione. Per fugare ogni dubbio gli insegnanti hanno consigliato ai genitori di sottoporre la figlia al tampone.

Alla piccola è stato così effettuato il tampone e soltanto stamattina è arrivato l’esito del test: la bambina risulta purtroppo positiva al Coronavirus.

Come da protocollo, la preside dell’istituto scolastico ha inoltrato la segnalazione all’Asl e avviato le operazioni di sanificazione delle aule e degli uffici.

Disposta, invece, la quarantena fiduciaria per le insegnanti e i compagni di classe della piccola. La scuola resta regolarmente aperta per tutte le altre classi.
Leggi anche: “Conte ti sei dimenticato di noi”. La Campania boccia De Luca e chiede aiuto al premier
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo