Maltempo mette in ginocchio la Campania: esonda un torrente, famiglie evacuate. I dettagli

di Carolina Sorrentino
1 mese fa
24 Gennaio 2021

Il maltempo mette in ginocchio la Campania: esonda un torrente, famiglie evacuate, è panico nel comune dell’avellinese a Cervinara.

La Protezione civile della Regione Campania è al lavoro in provincia di Avellino, dove il maltempo ha determinato l’esondazione del torrente Cardito a valle del centro abitato.

Quindici volontari della Protezione civile della Regione Campania sono intervenuti con mezzi speciali per consentire l’evacuazione di tre famiglie rimaste intrappolate a causa del maltempo.

Sono in corso sopralluoghi di squadre del Genio civile per verificare lo stato della situazione. La Sala operativa e il Centro funzionale seguono l’evolversi della situazione.

La Protezione civile della Regione Campania ricorda che l’allerta meteo resta in vigore fino alle 23.59 e che dalle 6 di domani mattina scatta la nuova allerta per vento forte e mare agitato, con possibili mareggiate sull’intero territorio regionale.

Incubo maltempo in Campania, nuova allerta meteo per altre 24 ore. In arrivo temporali, venti forti e mareggiate.

La Protezione civile della Regione CAMPANIA ha emanato una nuova allerta meteo per venti forti e mare agitato con mareggiate per la giornata di domani, lunedì 25 gennaio; sull’intero territorio regionale.

Fino alle 23.59 di oggi in CAMPANIA è in vigore un’allerta meteo con criticità idrogeologica di livello giallo. Proseguiranno per tutta la giornata, fa sapere la Protezione civile della CAMPANIA:

“precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio e temporale; venti forti con possibili raffiche, temporaneamente anche molto forti, e mare agitato o molto agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte ai venti su tutto il litorale”.

Il livello di allerta per il dissesto idrogeologico, quindi derivante da piogge e temporali, per domani è verde. La Protezione civile della CAMPANIA raccomanda alle autorità competenti di:

“mantenere in essere tutte le misure atte a prevenire; mitigare e contrastare i fenomeni previsti sia in ordine al rischio idrogeologico che in ordine ai venti forti o molto forti e al moto ondoso che potrebbe determinare mareggiate”.
Leggi anche: “De Luca chiudi tutto”. Nuovo focolaio in Campania, paura per i bimbi positivi
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo