“Sabato sera noi festeggiamo comunque”. Droga e alcool per festini ambulanti, i residenti: “Vergognoso, siamo soli”

di Carolina Sorrentino
3 mesi fa
24 Gennaio 2021

“Sabato sera noi festeggiamo comunque”. Nonostante il virus e le restrizioni, i ragazzi vogliono solo uscire e sballarsi. Se i locali sono chiusi, un modo per evadere lo si trova sempre.

A Sorrento ieri notte i controlli effettuati dai carabinieri hanno portato a cinque arresti, con sequestro di cocaina ed ecstasy.

La città di sera si trasforma in un club all’aria aperta con giovani armati di zainetto in spalla contenente di tutto. Cosa serve? Alcool, droghe? Se hai i soldi puoi ottenere quel che vuoi.

E nelle ore pomeridiane e serali i militari hanno cinturato con decine di posti di controllo il centro del principale comune costiero, riscontrando una folta presenza di persone, nonostante le avverse condizioni meteo.

I supermercati sono i nuovi distributori di bevande alcoliche

I primi tre arresti sono stati per furto aggravato all’interno di un supermercato. Il sensore d’allarme all’uscita dell’esercizio ha iniziato a suonare al passaggio di tre avventori con gli zaini visibilmente carichi.

Una pattuglia della locale stazione carabinieri è intervenuta immediatamente bloccando i sospetti e rinvenendo negli zaini oltre 500 euro di refurtiva, per la maggior parte costose bottiglie di liquore.

Ai polsi dei tre, di nazionalità georgiana, due uomini e una donna, rispettivamente di 50, 37 e 38 anni, tutti con precedenti specifici, sono scattate le manette.

Il business degli zainetti si sta diffondendo a macchia d’olio ed i residenti dove avvengono poi i party selvaggi la sera sono stanchi: “È vergognoso, di notte non riusciamo a dormire per gli schiamazzi e la musica, mentre la mattina troviamo lo schifo per terra”.
Leggi anche: Virus continua a fare vittime: altri due morti e nuovi positivi, è ancora paura in Campania
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo