Stretta anti-movida, il sindaco firma l’ordinanza. “Basta alcolici”

di Emanuele Castellano
1 mese fa
27 Febbraio 2021

A seguito dell’aumento dei contagi in tutta la Campania, i sindaci del Salernitano stanno scegliendo di adottare misure ancora più dure per la battaglia contro il covid.

A Salerno città, ad esempio, il primo cittadino Vincenzo Napoli vieta a tutti la vendita di alcolici nei weekend. Anche salumerie e supermercati saranno inclusi in questa scelta, resta invece consentita la vendita mediante consegna a domicilio.

Chiusa per due giorni anche la spiaggia di Santa Teresa. Intanto le scelte restrittive sono molto simili anche a Vietri sul Mare, Maiori e Cava de’ Tirreni.

Coronavirus in Campania, imposto lo stop alla vendita di alcolici su tutto il territorio cittadino

Ci sarà quindi uno stop vendita alcolici nel weekend che sta per iniziare. La stretta entrerà in vigore dopo le ore 18 .

Con questo provvedimento, il sindaco di Salerno, ha disposto per i giorni 27 e 28 febbraio, quindi oggi e domani, dalle ore 18 e fino alla chiusura dei locali, il divieto di vendita di alcolici e superalcolici presso ogni esercizi commerciali.

Si fermeranno tutti, tranne la consegna a domicilio

Rimane in ogni caso consentita la vendita effettuata dai soli esercizi pubblici nella forma di delivery food.

Contestualmente, Salerno ha poi vietato l’accesso dalle 8 alle 22 dell’arenile di Santa Teresa per evitare assembramenti di giovani.

Forse può interessarti: Ritardo Vaccini, Draghi alza la voce con le case farmaceutiche

Il premier Mario Draghi in occasione della sua prima partecipazione al Consiglio Europeo ha espresso il suo dissenso nei confronti dei ritardi sui vaccini.

L’ex presidente della BCE ha fatto un esplicito atto d’accusa sulla strategia sin qui seguita dai vertici della Ue.

A non piacere la gestione dei rapporti con le aziende produttrici dei vaccini, che stanno facendo registrare enormi ritardi nella distribuzione delle dosi di fatto disattendendo gli impegni assunti contrattualmente.

Draghi è pronto a chiedere assieme all’Europa una linea dura comune nei confronti delle aziende che si stanno mostrando lente e inadempienti.
Leggi anche: Stop Reddito di cittadinanza, arriva la stretta di Draghi: nessun rinnovo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo