Connect with us

Gossip

Maradona, la figlia Giannina accusata da tutti. Pensato al suicidio

Pubblicato

il

Maradona

Maradona, la figlia Giannina accusata da tutti. “Se mi suicido?”. La giovane è stanca di essere accusata di negligenza per la morte del papà e parla di suicidio.

Gianinna Maradona è solita rispondere sui social ad alcune domande in merito morte del padre Diego Armando e non le ha mandate a dire nei confronti di una giornalista.

L’ennesima accusa

Su canale 13 Sandra Borghi ha lanciato accuse non troppo velate alle figlie di Diego per la scomparsa dell’ex campione: “Dove erano le figlie in questa storia? Non hanno visto niente?”.

Gianinna ha risposto a tono via Instagram: “Se mi dovessi suicidare a causa di tutto quello che dicono contro di me, di chi sarebbe la colpa? Di nessuno, vero? Perché a nessuno interessa niente”.

“Dicono la prima cosa che viene loro in mente e, se poi viene dimostrato il contrario, non importa – aggiunge – sono una donna forte e il tempo dimostrerà come sono andate le cose”.

“Se non avessi un figlio, i miei pochi amici e la mia famiglia; con le molestie che ricevo e la vita che mi è stata scombussolata mi sarei già suicidata”.

La 31enne figlia, nata dal matrimonio con Claudia Villafane, si sfoga duramente dopo le affermazioni di una giornalista, Sandra Borghi, la quale dai microfoni dell’emittente ‘Canal 13’ aveva detto; riferendosi alla morte dell’ex campione, “e in tutta queste storia le figlie dove stavano? Non vedevano cosa stava succedendo? Dov’era Giannina?”.

Il figlio la tiene in vita

“Se non avessi un figlio, i miei pochi amici e la mia famiglia – è ancora il pensiero di Giannina – con le molestie che ricevo e la vita che mi è stata scombussolata mi sarei già suicidata”.

Non è la prima volta che Gianinna finisce al centro dell’attenzione o si sfoga sui social: già dopo la morte della leggenda ex Napoli, la donna era stata additata come presunta ladra dell’anello con un diamante blu incastonato dal valore di 300 mila euro; dono ricevuto da Diego Maradona nel 2018 in Bielorussia.
Leggi anche: Follia a Napoli, baretti presi d’assalto. Il “Coviddi” non ferma la voglia di fare movida. Pioggia di multe
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)