Draghi promette all’Europa: “Acceleremo sui vaccini”

di Francesco Li Volti
1 mese fa
3 Marzo 2021

Oggi pomeriggio Draghi ha avuto un colloquio telefonico con la Presidente della Commissione europea.

Al centro dello scambio di vedute c’è stato in particolare l’obiettivo prioritario di un’accelerazione nella risposta sanitaria europea al Covid-19, soprattutto per quanto riguarda i vaccini.

Si legge in una nota di palazzo Chigi.

Nella telefonata sono stati inoltre discussi il Recovery Fund e l’esigenza di una gestione europea dei flussi migratori mirata a una maggiore proporzionalità tra responsabilità e solidarietà degli Stati Membri.

Bonus in arrivo per le famiglie, Draghi fa felice tutti: a chi spettano

Bonus e congedi parentali, a chi spettano e come ottenerli. Il nuovo governo Draghi pensa di riproporre le vecchie misure.

Il governo pensa a nuovi aiuti per le famiglie figli con meno di 14 anni, quindi per coloro costretti a restare a casa perché le scuole sono chiuse.

Come alternativa allo smart working, si sta valutando l’ipotesi di un congedo parentale con stipendio ridotto al 50%. Oppure, al contrario, una riedizione del bonus baby sitter introdotto durante la prima ondata.

Queste le dichiarazioni della ministra Bonetti: “Siamo già al lavoro per garantire congedi parentali retribuiti ed estesi come età fino a 14 anni, ma anche dopo i 14 anni non retribuiti, smart working come diritto per i genitori. Lavoriamo a forme di sostegno per le famiglie, anche come voucher baby sitter.

Siamo già al lavoro, anche col Mef, il governo è pronto. Dobbiamo dare tutele e garanzie alle famiglie“.

La ministra ha anche assicurato che i bonus saranno retroattivi: “Saranno nel primo provvedimento utile, sto costruendo la norma in modo che sia retroattiva“. L’obiettivo? Quello di non escludere nessuno.
Leggi anche:De Luca svela il nome del suo candidato a sindaco. Di chi si tratta
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo