De Luca pronto ad agire: “Campania rossa, c’è poco da fare: troppi contagi”

di Irene Viturri
1 mese fa
4 Marzo 2021

De Luca pronto ad agire, nonostante forse il freno giunto dal governo centrale. Al momento si attende la forse drastica decisione preannunciata oggi: Campania, Lombardia e Piemonte tornano in rosso.

L’Unità di Crisi della Campania

La “forte crescita del contagio” in CAMPANIA “rende ormai inevitabile la zona rossa” nella regione. Lo scrive in una nota l’Unità di crisi della Regione CAMPANIA, nella quale spiega anche che in CAMPANIA si è registrato nelle ultime settimane “un fortissimo incremento di positivi”, connesso alle varianti, “soprattutto quella inglese”.

Sulle scuole: “De Luca ora devi firmare”

Il Dpcm ordina una nuova ordinanza per la Campania in merito alla sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole.

De Luca, necessaria nuova ordinanza

Sarà necessaria una nuova ordinanza della Regione Campania sulla sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado della regione entro l’8 marzo, al fine di “rideterminarsi in conformità alle nuove disposizioni contenute nel Dpcm” del 2 marzo.

Lo scrivono i giudici della quinta sezione del Tar della Campania, presieduta da Maria Abbruzzese, nel decreto con il quale respinge l’istanza di misure cautelari presentata contro l’ordinanza firmata dal governatore Vincenzo De Luca lo scorso 27 febbraio e con la quale è stata sospesa la didattica in presenza dal 1° al 14 marzo.

In capo alla Regione Campania, spiegano i giudici, resta infatti l’obbligo di rideterminarsi in conformità a quanto previsto nel nuovo Dpcm “e sulla base degli indici e criteri in esso fissati” immediatamente dopo l’entrata in vigore dello stesso (6 marzo 2021) “e comunque in tempo utile per rendere operativa la nuova regolamentazione a decorrere dall’8 marzo 2021”.

Diversamente, le disposizioni contenute nell’ordinanza del 27 febbraio diventeranno inefficaci “per effetto della piena vigenza del nuovo Dpcm che a quella si sovrappone”.

Zona rossa in Campania, il sindaco anticipa De Luca e firma l’ordinanza

Zona rossa in Campania, il sindaco anticipa De Luca e firma l’ordinanza. Da lunedì nel Beneventano ci saranno misure più rigide, in seguito all’aumento dei contagi.

Campania, aumentano i contagi

“Negli ultimi giorni, il nostro comune è stato interessato da un aumento considerevole dei contagi da covid-19. I dati sull’andamento epidemiologico sul territorio sono tali da determinare la necessità di istituire misure maggiormente restrittive per evitare un ulteriore diffusione”.

Così il sindaco di Morcone, Luigino Ciarlo annuncia l’introduzione di nuove misure restrittive che equivarranno a quelle in vigore per le zone rosse istituite da Governo e Regioni.

Dati bollettino preoccupanti

“L’incremento dei casi sta interessando tutta la Regione Campania, come dimostrano i dati emanati giornalmente dal bollettino regionale. Proprio per questo, la Campania potrebbe entrare in “zona rossa” già a partire dalla prossima settimana” – spiegano ancora dall’amministrazione -.

“Tuttavia, la necessità e il dovere di tutelare la nostra comunità, ci impongono di decidere a prescindere da quello che succederà a livello regionale”.

“Pertanto, informiamo sin da ora che, a partire da lunedì 8 marzo, a #Morcone saranno adottate IN OGNI CASO le misure della zona rossa”.

“Il quadro è preoccupante e non abbiamo alternativa. Con la collaborazione di tutti supereremo questo brutto momento”.
Leggi anche: De Luca “deponi la penna”: Campania rossa, si annulla anche l’ultima ordinanza
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimo Parallelo