Il sindaco di Napoli contro tutti: “Elezioni, decisione molto grave”

di Davide Benedetto
4 mesi fa
4 Marzo 2021

Elezioni in Calabria: il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, non usa mezzi termini:  “Molto grave rinvio voto ad ottobre“.

Calabria: il sindaco De Magistris, si esprime sul rinvio delle elezioni: “molto grave rinvio voto ad ottobre

Il rinvio delle elezioni regionali in Calabria dall’11 aprile al mese di ottobre è stato accolto con forti critiche da Luigi de Magistris, attuale sindaco uscente di Napoli e candidato alla presidenza della Regione Calabria.

Il sindaco – “Forti perplessità”

De Magistris ha espresso “forti perplessità” per un provvedimento che, come ha avuto modo di spiegare, arriva “a comizi già indetti e a raccolte di firme in atto, con Carlo Tansi che le aveva raccolte per la seconda volta e noi le stavamo raccogliendo“.

L’ex pm De Magistris, negli scorsi anni in servizio a Catanzaro, ha spiegato: “Condivido il rinvio dell’11 aprile perché i dati pandemici e la terza ondata, lasciano prefigurare il rischio forte di una campagna elettorale in questi giorni e nelle prossime settimane. Ma non comprendo e non comprendiamo sinceramente perché non rinviarle ad esempio nella seconda metà di giugno, quando anche l’esperienza dell’anno scorso dimostra che la pandemia subisce un crollo”.

Leggi anche: De Magistris: Il sud non e`una priorità del nuovo governo. Questo quanto detto dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

 De Magistris, sindaco di Napoli: ” nell’agenda di questo governo il sud non c’è”

“Io non credo che nell’agenda di questo Governo ci sia il Sud come priorità”.

Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, intervenuto questa mattina a Radio Crc.

“Lasciamo passare il sito del ministro della Lega con la scritta ‘Prima il Nord’ – ha aggiunto de Magistris riferendosi al ministro del Turismo Massimo Garavaglia – ma non c’è dubbio che il Sud sia molto poco rappresentato.

Il sindaco – Il governo non sa da dove partire

Credo che questo Governo consideri, in modo assolutamente sbagliato, che la ripartenza del Paese sia da Nord.

Io penso esattamente il contrario: la ripartenza del Paese si ha dall’Italia, e senza Sud non c’è Italia, oppure si vuole approfittare di questa crisi per imprimere un’altra volta una marcia che va a lesionare ancora di più le diseguaglianze e le discriminazioni”.

Secondo de Magistris

Anche il possibile rinvio delle elezioni regionali calabresi significherebbe “lasciare una Regione senza guida e creare le condizioni perché il Sud già in difficoltà non sia messo nelle condizioni di ripartire.

Si ha la sensazione che ci sia la volontà, una paura del cambiamento politico e di un Sud che rialza la testa. ‘
C’è un Sud che si vuole ribellare e il Governo lo deve capire, non è più la stagione in cui metti un generale di corpo d’armata a fare il commissario in Calabria e hai risolto.

Il destino del sud

Il destino del Sud è nelle mani del popolo meridionale che non deve essere discriminato dal Governo nazionale, questo è il tema”, ha concluso de Magistris.
Leggi anche: Esplode variante inglese nel Napoletano. De Luca “Tamponi per tutti”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo