Connect with us

musica

Willie Peyote contro Ermal Meta, lo scontro alla fine di Sanremo

Published

on

Willie Peyote contro Ermal Meta, lo scontro alla fine di Sanremo

Il Festival di Sanremo senza polemiche non è il Festival di Sanremo ed ecco accontentati tutti a poche ore dopo lo stop. A recuperare il tempo perduto sono stati Ermal Meta e Willie Peyote, che subito dopo la finale si lasciano ad un botta e risposta leggermente avvelenato.

Willie Peyote va all’attacco subito dopo Sanremo

I due contanti, classificati terzo e sesto posto, non se le sono mandate a dire. Vincitore del Premio Mia Martini, Willie Peyote ha lanciato la prima frecciatina in una trasmissione sul web.

L’artista ha accusato il collega di non aver meritato la prima posizione ottenuta in occasione della classifica provvisoria e scocca la freccia: “Ermal il primo posto non se lo merita per niente”, afferma.

Arriva poi la seconda freccia: ” Non ho alcun motivo personale per avercela con lui, ma ha cantato Caruso nel giorno del compleanno di Lucio Dalla”, una scelta secondo Willie Peyote “ruffiana”.

Non contento il cantante torinese rincalza la dose affermando che sì, Ermal canta bene ma Annalisa a confronto è “il vulcano dell’Etna” e aggiunge: ” non ho idea del perché di questa classifica. So che non si dovrebbe dire e che non sta bene, ma la penso così” conclude.

Ermal Meta non se le manda a dire

Ermal meta non ci pensa due volte e risponde a tono al collega. Il cantante, infatti, condivide il video di Willie Peyote su Twitter e allega un messaggio:

” Caro Willie, voglio farti un dispetto e dirti quello che penso. Penso che tu sia bravo. Ieri eravamo a due metri di distanza nei camerini e se mi avessi detto di persona queste parole, saresti stato il coraggioso che appari sul palco” e conclude “Buona fortuna e buona musica”.

Infondo Willie Peyote è poco avvezzo alla tv generalista, per lui si è trattato di un debutto. Per Ermal Meta invece no. Willie è poi un provocatore di professione, il suo brano è una critica all’approccio alla cultura e alla politica in Italia.

Peyote, nella stessa intervista si è poi lasciato andare anche ad alcune considerazioni su Francesco Renga: “Era uno dei rappresentanti della bella vocalità italiana, ma questa sera ha cagato sul microfono, ti dico solo che sembrava Aiello”.

Renga, tuttavia, non ha ancora raccolto la sfida. (Fonte Today)
Leggi anche: I Måneskin trionfano a Sanremo: a chi dedicano la vittoria
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube  41esimoparallelo

 

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)