Strage anziani. Decine di cadaveri lasciati nella struttura, scattano manette

di Concetta Celotto
1 mese fa
9 Marzo 2021

Epidemia, strage nella Rsa: muore – come titola il quotidiano “La Città” – parroco salernitano. Nella casa di riposo di Marsicotevere, in provincia di Potenza, sono morti 22 anziani.

I gestori della struttura sono finiti in carcere. Nella Rsa, autorizzata per ospitare 22 anziani, in realtà ne venivano fisicamente individuati 49, “parcheggiati”in ogni angolo, compresa la sala mortuaria.

Il conteggio degli ospitati era complicato perchè si è riscontrata la sistematica falsificazione della documentazione di registrazione in entrata e in uscita. Non era stata rispettata alcuna disposizione anti Covid. (Salernonotizie)

Strage di anziani, 22 decessi. Cosa succede intanto al Governo

Lockdown nei weekend, Mario Draghi sembrerebbe aver deciso e vuole chiudere definitivamente le città. Ipotesi lockdown differenziati nei fine settimana per tutta Italia

E’ atteso per oggi – come riporta il sito web repubblica.it – il parere del Cts. Oltre una certa soglia di contagi l’intero Paese finirebbe in zona arancione scuro nei feriali, rossa nei weekend.

Entro Pasqua dovrebbe partire la campagna di massa di vaccinazione.

Nel frattempo in Campania “Non si esce”, nuove ordinanze: i sindaci firmano e chiudono

Misure restrittive sono state adottate da tutti i sindaci flegrei per combattere gli assembramenti nei luoghi di ritrovo e fronteggiare il diffondersi dei contagi da Covid-19.

A Pozzuoli il sindaco ha chiuso le aree pubbliche di villa Avellino, dell’oasi di Montenuovo, del parco urbano di via Vigne e la pista ciclabile a Monterusciello.

Interdetta anche l’area della darsena prospiciente il caratteristico borgo marinaro ai piedi del Rione Terra.

Inoltre dal venerdì alla domenica è stata disposta la chiusura del civico cimitero per tutto il periodo che la regione Campania rimarrà in zona rossa.

“Non chiudo per il piacere di chiudere i luoghi di maggiore frequentazione, ma per evitare in questo momento che si verifichino assembramenti – ha detto Figliolia -.

E’ il momento di rimanere a casa ed uscire solo per necessità!”.

A Monte di Procida un’ordinanza sindacale ha bloccato tutte le aree pubbliche e il piazzale del porticciolo di Acquamorta.

Invece a Bacoli e Quarto le fiere settimanali dovranno fermarsi e saranno interdette le principali piazze cittadine e le aree verdi pubbliche.

Bloccati anche gli accessi alle spiagge a Bacoli.

Nel pomeriggio di ieri la polizia municipale ha multato gruppi di giovani che sostavano, malgrado diversi avvisi verbali a rispettare le misure di distanziamento, a Miseno e in piazza nel centro storico.
Leggi anche: Scuola, cambio tutto di nuovo: in classe solo i disabili
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo