Controlli a tappeto per la Campania in zona rossa: “raffica di multe”

di Emanuele Castellano
3 mesi fa
14 Marzo 2021

E’ ormai da una settimana che la Campania si trova in zona rossa, decretata dall’8 marzo e tutt’ora in corso.

Queste giornate, caratterizzati dalle misure di contenimento previste per le aree di massimo rischio, hanno visto impegnate le forze dell’ordine nell’assicurare i controlli sulle strade della provincia di Salerno.

In particolare, le pattuglie sul territorio hanno vigilato per prevenire gli assembramenti in strada ed i comportamenti dannosi per la salute pubblica.

Ad esempio il mancato uso dei dispositivi di protezione individuale, nonché per impedire gli spostamenti sul territorio non motivati da comprovate esigenze.

Questo il piano di intervento anticovid nella provincia di Salerno, in Campania

Il piano d’intervento ha consentito di raggiungere, nella settimana dall’ 8 al 14 marzo, i seguenti risultati operativi:

5829 persone controllate;

3376 veicoli controllati;

2003 esercizi pubblici controllati;

147 persone sanzionate per mancato uso della mascherina o per spostamenti senza giustificato motivo;

11 titolari di esercizi commerciali sanzionati per mancato rispetto della normativa anticovid, 

Oltre ciò, sono stati sanzionati alcuni bar a Salerno perché somministravano bevande o perché continuavano l’attività dopo l’orario consentito;

a Battipaglia invece, è stato sanzionato con la chiusura un circolo ricreativo, per le diverse persone sorprese mentre erano irregolarmente all’interno, in violazione della normativa covid.

In considerazione dell’attuale andamento dei contagi, è doveroso ricordare a tutti l’obbligatorietà di mantenere un comportamento responsabile.

Questo riduce realmente il rischio di contagiare ed essere contagiati;

indossare sempre i dispositivi di protezione individuale in maniera corretta, cioè coprendo il naso e la bocca.

Di non effettuare spostamenti non motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità

Si ricorda, infine, di osservare le misure di contenimento prescritte dalla normativa nazionale, regionale e locale, di cui ai D.L., DPCM, alle Ordinanze Ministeriali, regionali e sindacali. (Anteprima 24)
Leggi anche: Italia di nuovo in lockdown, presi d’assalto parchi e vie dello shopping
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo