Connect with us

attualità

Fattorini in Sciopero: “Niente pacchi”, turni assurdi. Amazon dice basta

Pubblicato

il

Fattorini in Sciopero: "Niente pacchi", turni assurdi. Amazon dice basta

Oggi Amazon è fermo per 24 ore per lo sciopero degli addetti degli hub e di quelli alle consegne. Le persone addette ai lavori e attualmente in sciopero sono 30-40 mila in tutta Italia.

E’ il primo stop in Italia di tutta la filiera, e i dipendenti che dalle 7 sono in sciopero davanti agli stabilimenti del colosso del commercio elettronico, chiedono solidarietà dai consumatori.

L’invito è quello di evitare acquisti per l’intera giornata.

Lo sciopero degli operatori Amazon

Lo sciopero è indetto da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. Questo riguarda tutto il personale dipendente di Amazon Logistica Italia. A questo  è applicato il CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizione Amazon Transport Italia e di tutte le società di fornitura di servizi di logistica.

La mobilitazione è stata indetta dieci giorni fa. I sindacati, spiegano la trattativa tra i sindacato sulla piattaforma con la filiera Amazon.

Tuttavia, “si è interrotta bruscamente a causa dell’indisponibilità dell’associazione datoriale ad affrontare positivamente le tematiche poste dal sindacato”.

Cgil chiede ad Amazon più diritti per i lavoratori

“Amazon può e deve coniugare lo sviluppo e il profitto con i diritti di chi lavora”, queste le parole della Segretaria confederale di Cgil Tania Sacchetti.

“Oggi una giornata molto importante I lavoratori e le lavoratrici della filiera di Amazon hanno deciso di protestare per rivendicare un normale sistema di relazioni sindacali. ”

Aggiunge: “Un messaggio importante rispetto alla necessità di parlare di lavoro di qualità”, dice Sacchetti in un video di Collettiva nel giorno dello sciopero che durerà 24ore.

I consumatori sono divisi

Sullo sciopero dei lavoratori Amazon le associazioni di consumatori si dividono. C’è anche il Codacons che aderisce all’ iniziativa “non per questioni legate agli stipendi. Ma perché siano garantite migliori condizioni di lavoro ai dipendenti”.

Tra gli altri c’è anche Consumerismo No Profit, che al contrario di Codacons, è contraria “a qualsiasi tipo di sciopero che utilizzi i cittadini per rivendicazioni di tipo sindacale”.

“In questo momento di zone rosse estese e di impossibilità di spostamento per gli utenti ritardare le consegne arreca un danno materiale alla collettività”, dichiara a La Stampa Luigi Gabriele, presidente dell’ associazione.

Amazon scrive ai suoi clienti

“L’impegno verso i nostri dipendenti e quelli dei fornitori di servizi di consegna è la nostra priorità assoluta”. E’ questo il messaggio di Mariangela Marseglia, il country manager di Amazon,it.

Conclude: “In Amazon rispettiamo il diritto di ogni individuo ad esprimere la propria posizione e voglio ringraziare personalmente i colleghi e i dipendenti dei fornitori dei servizi di consegna che ogni giorno lavorano per assicurare che possiate ricevere i vostri ordini”. (TGCOM24)
Leggi anche: Piovono bonus, fino a 6.500 euro: come richiederlo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)