Connect with us

tecnologia

WhatsApp, Instagram e Facebook in down: scoppia il panico social, mezz’ora da incubo

Pubblicato

il

whatsapp

Una giornata nera per i social network “made in Zuckerberg”. Dopo Instagram e Whatsapp, anche Messenger è diventato non accessibile per gli utenti.

In molti stanno riscontrando problemi anche per l’accesso a Facebook

Twitter, per uno strano gioco del caso, è rimasto l’unico social network dove gli utenti possono lamentarsi per…l’impossibilità di accedere ai social.

Dopo uno stop di oltre mezz’ora, apparentemente in tutto il mondo, hanno ripreso a funzionare due delle app piu’ utilizzate, WhatsApp e Instagram, ovvero quelle di messaggistica e di condivisione delle immagini di proprieta’ di Facebook; sembra inoltre che il problema avesse colpito anche Messenger.

Whatsapp – Il malfunzionamento

E’ diventato subito uno degli argomenti piu’ commentati su un’altra piattaforma molto frequentata, ovvero Twitter. Il problema non ha provocato ripercussioni sul titolo di Facebook, che a Wall Street continua a guadagnare circa il 4%.

La conferma dei disservizi di WhatsApp e Instagram arriva anche da downdetector.com, sito che monitora lo status dei social a livello globale, dove centinaia di utenti da tutto il mondo hanno segnalato di essere senza le due applicazioni.

Sul sito si leggono messaggi dalla Colombia, Guatemala, Brasile, Stati Uniti, diversi Paesi europei – Italia compresa – Bahrain, Libano e Zimbabwe tra gli altri.

L’altro blackout mondiale che aveva mandato in tilt WhatsApp, Instagram e Facebook si era registrato il 3 luglio 2019 e un episodio simile, ancora precedente, nell’aprile dello stesso anno che evidentemente e’ stato un anno nero per le tre piattaforme.

Il 13 marzo 2019

Infatti, si e’ registrato il blocco piu’ lungo che si ricordi, un record di 14 ore di stop per le app.

Allora i disservizi parevano legati ai lavori in corso da parte degli sviluppatori di Menlo Park che stavano portando avanti l’ambizioso progetto di integrazione delle tre applicazioni che fanno capo al gruppo guidato da Zuckerberg.

La disperazione degli utenti durata oltre mezz’ora, poi tutto è rientrato.
Leggi anche: “No alla didattica a distanza, ridateci la scuola”, si protesta in tutta Italia
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)