Agguato a Casoria, giovane ferito da due colpi di pistola. 27enne in fin di vita

di redazione
5 giorni fa
8 Aprile 2021

Agguato in centro a Casoria. Gianluca Coppola, 27 anni, incensurato, è stato gravemente ferito da due colpi di pistola. I carabinieri della compagnia di Casoria sono intervenuti intono alle 17 in via Europa, dove poco prima il  giovane era stato colpito.

Il dramma a Casoria

Raggiunto dai colpi al collo e al torace,Coppola è stato trasportato all’ospedale Cardarelli di Napoli ed è in gravissime condizioni. Sul posto ritrovati 5 bossoli cal 7.65. Indagini in corso per accertare dinamica e responsabilita’ dell’accaduto.

Le altre notizie dal Napoletano. Ornella Pinto, martedì il trigesimo nella chiesa a San Carlo all’Arena

Martedì 13 aprile alle ore 18,30 si terrà la celebrazione del trigesimo della morte di Ornella Pinto, la donna uccisa dal marito un mese fa nella sua abitazione a Napoli. A comunicarlo i familiari della donna.

Il rito sarà celebrato all’interno della chiesa di Santa Rita in via Scipione Rovito, nel quartiere di San Carlo all’Arena. Lì dove la donna viveva col marito fino alla notte della tragedia, avvenuta lo scorso 13 marzo.

I fatti

L’uomo la accoltellò nel sommo per 12 volte prima di fuggire. Riuscì ad arrivare fino in Umbria, guidando con la sua automobile. Poi, di sua spontanea volont, si consegnò ai carabinieri di Monteubbiano, in provincia di Terni.

Questi, ignari dell’accaduto, raccolsero la deposizione del marito di Ornella che, ancora sporco di sangue, confessò l’omicidio. A distanza di un mese, tuttavia, emergono alcune differenze tra la sua versione e quella accertata dalle forze dell’ordine.

L’uomo parlò di una lite precedente all’accoltellamento, ma secondo il medico legale non vi sarebbero lesioni “da difesa” sul corpo della donna, colpita tra l’altro ripetutamente alla schiena.

I nuovi restroscena

Un “dettaglio” non da poco e che potrebbe rendere più plausibile l’ipotesi dell’omicidio premeditato da parte dell’uomo nei confronti della moglie.

Una ipotesi che renderebbe, inevitabilmente, molto più pesante la sua posizione dal punto di vista della possibile pena detentiva.
Leggi anche L’ultimo saluto a Ornella: funerali blindati ma la città la attende dinanzi al Duomo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo