Salviamo l’estate, vaccinazioni al via: arrivano le “Isole Covid-free”

di Flavio Francesca
5 giorni fa
8 Aprile 2021

E’ partita l’operazione “isola Covid-free” ad Ischia. Arrivano novità importanti per il piano vaccinale dell’isola, che dovrà essere messo in atto rapidamente per salvaguardare la salute dei cittadini, così come il lavoro e gli incassi delle tante attività turistiche ischitane.

Isola Covid-free, la situazione ad Ischia

Il 16 aprile inizierà la campagna di vaccinazione di massa sull’isola di Ischia. Come si legge su “Il Mattino”, si è tenuta una videoconferenza, a cui hanno partecipato Antonio D’Amore, direttore generale Asl Napoli 2 Nord, i sindaci e i rappresentanti della categoria alberghiera.

Enzo Ferrandino, sindaco di Ischia, ha dichiarato pubblicamente l’obiettivo dell’isola: “Vaccinare tra le 2.500 e le 3.000 persone al giorno”. Al momento sono due gli hub vaccinali a disposizione, uno sito nel comune di Ischia ed uno a Forio.

L’isola vuole accelerare i tempi delle vaccinazioni e, per garantire l’obiettivo giornaliero proclamato dal sindaco Ferrandino, non è da escludersi l’apertura di un terzo centro vaccinale. Già individuata la location, ovvero il parco termale Negombo di Lacco Ameno.

Vaccinazioni, Ischia corre veloce

Il sindaco Ferrandino ha svelato la formazione da schierare in campo per battere il Covid ed uscire dall’emergenza: “Sull’isola arriveranno 30 medici, a cui si aggiungerà anche personale che dovrà occuparsi dell’anamnesi e di altre fasi della vaccinazione”.

Il dirigente dell’Asl, Antonio D’Amore, nel corso della videochiamata avvenuta ieri, ha chiesto la disponibilità degli albergatori ad ospitare gli operatori medici per il periodo in cui lavoreranno sull’isola. Periodo necessario per immunizzare i cittadini ischitani.

“Isola Covid-free”, parlano i sindaci

Oltre a Ferrandino, anche Giacomo Pascale si è espresso sul tema. Queste le dichiarazioni rilasciate: “Vaccinare nel più breve tempo possibile gli over 16 consentirà di favorire la ripresa economica dei nostri territori. Dobbiamo ripartire subito, non c’è un secondo da perdere”.

“Salvaguardare la salute sulle isole è anche una questione vitale giacché in questi luoghi l’assistenza sanitaria è molto più complessa rispetto alla terraferma. Pertanto, al fine di accelerare la ripartenza, come amministratori locali, stiamo spingendo per rendere la nostra isola Covid free” dichiara il sindaco di Lacco Ameno.
Leggi anche: E’ ufficiale, arriva il passaporto vaccinale: cos’è e come funziona
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo