Tragedia in Salento. Muore schiacciato mentre lavorava, aveva 30 anni

di Rosaria Claudia Romano
1 mese fa
12 Aprile 2021

Muore schiacciato mentre lavorava – Aveva appena 30 anni l’operaio che è rimasto vittima di un incidente mortale sul lavoro e che è avvenuto questa mattina in Salento, nei pressi della frazione di Galatina. L’uomo svolgeva dei lavori in una villetta privata di campagna e lì è rimasto schiacciato da un carico molto pesante.

Stando a quanto si apprende sono stati inutili i tentativi di rianimarlo da parte del 118, per lui non c’è stato nulla da fare.

Muore a 30 anni,

Il giovane operaio ha subito un trauma cranico da schiacciamento. L’allarme è stato lanciato stamani quando è stato chiesto l’intervento dei mezzi di soccorso lungo la strada che collega Noha, vicino Galatina, in Salento.

È qui che un operaio, di 30 anni e originario di Collepasso, è rimasto vittima di un incidente.
Secondo le prime ricostruzioni il giovane stava lavorando alla costruzione di una piscina, quando ancora per cause poco note, ha subito il trauma cranico.

I presenti hanno allertato i soccorsi che sono giunti sul posto con diversi mezzi.

i carabinieri ricostruiscono la vicenda

Nonostante il personale sanitario abbia provato in ogni modo a salvare la vita dell’uomo, per lui non c’è stato nulla da fare ed è stato dichiarato morto poco dopo.

Sul posto sono accorsi anche i carabinieri, i pubblici ministeri Maria Vallefuoco ed Elsa Valeria Mignone e il medico legale della Procura, Alberto Tortorella, per le verifiche del caso.(Fonte FanPage)

Muore anche Andrea, aveva 46 anni

Muore a 46 anni un giovane infermiere dell’Ospedale di Isernia, Andrea Esposito.  L’uomo ha perso la vita in un incidente stradale tra Pozzilli e Venafro, stava rientrando nella sua abitazione. Un colpo di sonno gli è stato fatale.

Colpo di sonno fatale, Andrea muore a 46 anni

Andrea Esposito era un infermiere dell’ospedale Veneziale di Isernia, il giovane ha perso la vita in seguito a un incidente stradale sulla ss 85, nel tratto tra Pozzilli e Venafro. Aveva appena 46 anni ed era originario di Napoli. Terminato il turno di lavoro stava rientrando a Cassino, dove viveva.

Andrea Esposito e lavorava da appena una settimana nel Reparto di Psichiatria. L’incidente è avvenuto a causa di un colpo di sonno, aveva appena terminato il turno di notte.

Andrea – originario di Napoli

Stando alle ricostruzioni l’uomo è morto sul colpo. Sono inoltre risultate inutili le operazioni di soccorso del 118 e per i rilievi sono intervenuti i carabinieri di Venafro.

Secondo alle prime ricostruzioni dell’incidente, il 46enne ha perso il controllo dell’auto per un colpo di sonno, finendo successivamente contro il guardrail.

Andrea Esposito, nato a Napoli, era cresciuto a Cassino. Qui viveva e aveva frequentato tutte le scuole. Era inoltre padre di una 24enne anch’essa futura infermiera, da 10 giorni appena lavorava ad Isernia. Sono tanti i messaggi di cordoglio sui social nelle ultime ore. (Fonte occhionotizie)
Leggi anche: Bonus Casalinghe, arriva la novità dal Governo. Cos’è e come ottenerlo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo