Afragola: addio a Filippo Di Maso, stroncato dal Covid a soli 19 anni. Intera comunità in lutto

di redazione
2 mesi fa
13 Aprile 2021

AFRAGOLA. Intera città in lutto per la morte di Filippo Di Maso, giovanissimo di 19 anni stroncato dal Covid. E’ tra le vittime più giovani della Campania.

Le condizioni di Filippo sono peggiorate giorno dopo giorno fino al suo ricovero in terapia intensiva. Per giorni amici e familiari hanno sperato in un miglioramento ma poche ore fa è sopraggiunta la drammatica notizia che ha sconvolto quanti speravano nella sua guarigione.

La notizia si è subito diffusa tra la cittadina. Moltissimi hanno ricordato Filippo con un post sui social. Tantissimi i messaggi di cordoglio da parte di amici, parenti e conoscenti.

“Hai lottato fino all’ultimo, hai tenuto i denti ben stretti anche se soffrivi e alla fine non ce l’hai fatta più. Mi hai distrutta, ti sei portato via il mio cuore. Adesso quello che ti chiedo è di dare tanta forza alla tua mamma e al tuo papà e a tua sorella che adesso ne hanno bisogno. A soli 19 anni non doveva andare così. Buon viaggio, amore mio”. A scriverlo è la cugina del giovane 19enne.

La città piange Raffaele, stroncato da un brutto male a soli 29 anni. Intera comunità in lutto

La provincia di Napoli piange Raffale Bruno. Il giovanissimo papà, appena 29enne, è stato stroncato da un brutto male contro il quale combatteva da tempo.

L’addio a Raffaele Bruno

Raffaele, detto Papele, originare del quartiere 219 di Casalnuovo, era tifosissino del Napoli. Da qualche tempo era ricoverato presso la Clinica Villa dei Fiori di Acerra.

Qualche giorno fa, anche il capitano Lorenzo Insigne gli aveva voluto mandare un messaggio di forza nella sua lotta contro la malattia. Raffaele lavorava in noto bar del capoluogo partenopeo.

Tantissimi, centinaia, i messaggi di cordoglio via social, ricordato anche dalla pagina Facebook, dedicata al tifo napoletano, “A Tua Difesa”.

Ecco il post: “Purtroppo è andato via un nostro amico, tifoso del Napoli. Troppo presto, a 29 anni, per un male spesso incurabile. Raffaele, per gli amici ‘Papele’, sarai sempre con noi quando torneremo a cantare su quei gradoni. Che la terra ti sia lieve”.
Leggi anche Ha un malore improvviso su un treno della Circumvesuviana, morto un passeggero
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo