Addio Giovanni, il “falco” ferito a Napoli non ce l’ha fatta. La Campania piange il suo poliziotto eroe

di Emanuele Castellano
4 settimane fa
17 Aprile 2021

“Falco” Napoli – Non ce l’ha fatta Giovanni Vivenzio, 54 anni, che era ricoverato da giorni al Cardarelli.

Migliorano invece le condizioni del collega Stefano Cascone di Castellammare di Stabia.

La morte del “falco” dopo l’incidente stradale a Napoli

E’ morto Giovanni Vivenzio, uno dei due poliziotti della sezione Falchi della Squadra Mobile di Napoli.

Era uno dei due agenti coinvolti dieci giorni fa in un incidente stradale in via Giordano Bruno, a Mergellina.

Vivenzio, storico e stimato agente della polizia aveva 54 anni. Era ricoverato al Cardarelli di Napoli ma nonostante le cure dei medici, il suo cuore stamane si è fermato.

Aveva riportato gravissimi traumi interni e un trauma cranico.

Con lui era rimasto ferito anche il collega di Castellammare di Stabia, Stefano Cascone di 38 anni,. le sue condizioni sono in miglioramento.

Gli agenti avevano perso il controllo della moto per l’improvvisa manovra di una automobilista.

Si erano schiantati violentemente al suolo perdendo conoscendo. Purtroppo Vivenzio non si è più ripreso.

De Luca firma la nuova ordinanza: riaprono tutti. Le regole al via da lunedì

Sarà pubblicata oggi la nuova ordinanza, la n.14, del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

All’interno di questa ci saranno le curiosità in merito alle nuove disposizioni della Zona Arancione.

Nel particolare, l’ordinanza n. 14 contiene ulteriori disposizioni in materia di prevenzione del contagio.

A partire da lunedì prossimo, saranno in vigore ulteriori disposizioni in materia di prevenzione del contagio connesse all’inserimento della Campania in “zona arancione”.

L’ordinanza n. 14 è stata firmata e verrà pubblicata nella giornata di oggi.

La nuova ordinanza, gli orari di riapertura

A decorrere dal 19 aprile 2021 e fino al 15 maggio 2021, l’apertura degli esercizi commerciali e dei servizi alla persona come: barbieri, parrucchieri, estetisti, è permessa, al fine di agevolarne la fruizione dilazionata da parte degli utenti, in deroga ad eventuali disposizioni più restrittive.

Gli orari:
Per i negozi gli orari di riapertura e chiusura andranno dalle ore 7 alle ore 21,30 e senza obbligo di chiusura domenicale o settimanale, fermo il rispetto della normativa a tutela dei lavoratori dipendenti.
Leggi anche: Draghi ridà “speranza”: “Torna la zona gialla. Riaprono palestre, scuole, parrucchieri e ristoranti di sera”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo