Connect with us

attualità

Le riaperture preoccupano il comitato scientifico: “Allerta o a Maggio nuovo Lockdown”

Pubblicato

il

Riaperture - L’Italia va spedita verso nuove aperture anticipate al 26 aprile ma ai facili entusiasmi si aggiungono i moniti dagli esperti del Cts.

Riaperture – L’Italia va spedita verso nuove aperture anticipate al 26 aprile ma ai facili entusiasmi si aggiungono i moniti dagli esperti del Cts.

I quali non sono stato consultati “veramente” prima del varo del decreto ‘Riaperture’ dal governo Draghi, scelta assolutamente politica.

Durante la prima ondata il comitato di esperti aveva dettato la linea, indicando al governo Conte le misure da assumere per contenere la diffusione dei contagi.

Le paure del comitato tecnico scientifico sulle riaperture

I dpcm venivano emanati solo dopo aver consultato il comitato e secondo le sue indicazioni. Adesso le cose sono cambiate.

Su spinta di Salvini, il governo Draghi ha ridotto la composizione del comitato e ha mandato via alcuni componenti invisi alla Lega.

E oggi la linea di comunicazione è aperta soltanto con il ministro della Salute.

Al quale il Cts ha chiesto di non cedere sul coprifuoco alle 22 (ed è stato accontentato) anche se, ricorda ancora il quotidiano, poi è toccato al portavoce Brusaferro dare un colpo al cerchio e uno alla botte con un laconico comunicato, dove si afferma che il Cts “ritiene opportuno che venga privilegiata una gradualità e progressività di allentamento delle misure di contenimento, ivi compreso l’orario d’inizio delle restrizioni del movimento”.

Ma soprattutto c’è un pronostico che gira al ministero della Salute e fa molta paura: “Lunedì l’Italia sarà quasi tutta gialla ma a fine mese tornerà purtroppo arancione e rossa”.

Gli effetti delle varie zone di colore sulla curva dei contagi

Gli uomini di Speranza hanno sul tavolo due grafici:

Uno mostra l’effetto scuola sui contagi a settembre, dal più 343% della prima settimana al 176% di incremento solo tra il 22 e il 24 del mese.

L’altro fa vedere l’effetto delle chiusure sul calo dei contagi: meno 9% con le misure da fascia arancione, -63,9% con il lockdown temperato delle zone rosse di quest’anno, meno 94,9% con quello duro della primavera scorsa. Giallo non rilevabile.

Ecco perché purtroppo al momento non possiamo essere completamente certi di poterci dimenticare del lockdown. (Avellinotoday)

Leggi anche: Il piano Draghi per far risorgere l’Italia: oggi l’incontro decisivo. “Adesso o mai più”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)