Turismo, Ristoratori Costiera sorrentina chiedono un piano vaccinale per ripartire

di Emanuele Castellano
2 mesi fa
26 Aprile 2021

Turismo – Oltre 150 aziende della ristorazione da Vico Equense a Massa Lubrense si sono riunite sotto la sigla dell’associazione Ristoratori Penisola sorrentina;

Esse hanno poi nominato come presidente Francesco Schisano.

Questo per chiedere tutte assieme alla regione Campania e all’Asl Napoli 3 Sud la possibilità di vaccinare tutti i dipendenti collegati alle attività.

Una scelta per accelerare i tempi di messa in sicurezza sia di chi lavora nel settore sia dei turisti e avventori dei locali.

“Siamo certi che Regione Campania e l’Asl daranno parere favorevole alla nostra istanza e siamo grati a Federalberghi di aver fatto da apripista per accelerare il piano vaccinali.

Consapevoli, come dichiarato precedentemente dal direttore dell’AlsNa3 Gennaro Sosto, che i vaccini saranno forniti solo quando saranno in surplus rispetto a quanti dovranno essere vaccinati in base alla tabella prevista dal Governo centrale”.

Anche per Francesco Gargiulo, patron del ristorante “Antico Franceschiello” e presidente della neonata associazione Ristoratori Lubrensi “in questo momento così delicato per la categoria bisogna unire le forze”.

De Luca contro il governo pensa già al turismo: “Tra 20 giorni isole immunizzate”

Il Presidente della Regione Campania non ammette intoppi e procede sicuro per la realizzazione del suo piano di ripresa per le isole campane e per il turismo e l’economia di tutta la Regione.

Le parole di De Luca

“Noi procederemo sulla scelta che abbiamo fatto: per le isole, che hanno una situazione sanitaria anche più delicata, chiuderemo nell’arco di 20 giorni l’immunizzazione, una volta completate le fasce a rischio.

E poi pensiamo di fare accordi nei territori a vocazione turistica con gli operatori per cercare di anticipare le vaccinazioni”.

E’ quanto annunciato dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nelle ultime ore, parlando della campagna vaccinale.

Ancora aggiunge:
“Facciamo l’impossibile per tenere insieme la tutela sanitaria e il rilancio dello sviluppo e del lavoro.

Rimane il problema del comparto turistico-alberghiero: gli operatori sono esasperati;

ma stiamo combattendo, in qualche caso da soli, per far capire che i tempi di decisione che dobbiamo darci per il rilancio del settore devono essere immediati”, ha aggiunto De Luca”.

In Campania, complessivamente, sono stati vaccinati con la prima dose 1.071.587 di cittadini. Di questi 412.681 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Questi i dati delle vaccinazioni nella nostra regione, aggiornati alle ore 12,00 del 24 aprile, diffusi dall’Unità di Crisi regionale per l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Leggi anche: Il piano Draghi per far risorgere l’Italia: oggi l’incontro decisivo. “Adesso o mai più”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo