Connect with us

attualità

Coprifuoco, cade il tabù: trovato l’accordo, cambia tutto da maggio. Ecco le novità

Pubblicato

il

Coprifuoco – Il governo ha già chiarito che valuterà in base a contagi e all’andamento della campagna vaccini. Ciò sarà decisivo nel rivedere il limite imposto dalle 22.

D’accordo su questo tutta la maggioranza, compreso anche Lega e partiti di Sinistra. Al momento fermato l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia.

Dopo “sì” di Camera e Senato, il Recovery plan del governo sarà illustrato oggi anche alla Commissione europea.

Infine sulla campagna vaccinale: 2,2 milioni dosi di vaccino Pfizer verranno distribuite alle Regioni. Sono ore decisive e non si può fallire su questo piano.

L’accordo su riaperture e coprifuoco

Intesa nella maggioranza sulle aperture: a metà maggio il governo valuterà eventuali deroghe al coprifuoco. D’accordo anche Lega e Renzi che avevano attaccato il limite alle 22.

In base alla risoluzione delle forze di governo, si farà una nuova valutazione in base all’andamento di contagi e vaccini.

Bocciato l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia per abolire l’obbligo di tornare a casa alle 22.

Coprifuoco e recovery plan, oggi la presentazione all’Europa

Anche il Senato, dopo la Camera, ha approvato ieri sera la risoluzione di maggioranza sulle comunicazioni del premier Draghi sul Recovery plan.

I senatori di Fratelli d’Italia si sono astenuti. Il piano italiano sarà presentato oggi in commissione Europea, insieme con quello della Spagna.

Alla Camera via libera al decreto Covid che passa a Palazzo Madama.

Oggi si aprirà la mozione di sfiducia al Ministro Speranza

Si aprirà alle 9:30 l’esame in Senato della mozione di sfiducia presentata nei confronti del ministro della Salute, Roberto Speranza.

“Prima di decidere su come votare – le parole del leader della Lega, Matteo Salvini – vorrei farmi una chiacchierata con il sottosegretario Sileri, persona che stimo enormemente di cui ho grande fiducia, per chiedergli come ha vissuto, come ha lavorato e come sta lavorando con Speranza”.

Recovery, ecco il piano oggi allo studio

Si pensa a un sistema di reclutamento ad hoc, con la possibilità di attingere direttamente dalle università per le assunzioni, tra tutti i profili specialistici.

Il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta spiega: “Abbiamo una quantità enorme di progetti, vorremmo istituire un percorso;

un portale di reclutamento per il Pnrr per dotare tutte le amministrazioni” delle figure richieste “con contratti a termine della durata 3+2 anni, cioè 5, gli anni del Piano”.

Smart working, si va verso la  proroga fino al 30 settembre

Il regime emergenziale sul lavoro agile per ora previsto fino al 31 luglio potrebbe essere prolungato.

L’indicazione è arrivata al tavolo del ministro del Lavoro Andrea Orlando con le parti sociali convocato per affrontare alcune questioni critiche.

Il governo ha anche preso l’impegno di verificare la possibilità di introdurre nuovi strumenti per questa tipologia di lavoro. (Sky-Tg24)
Leggi anche: Ospedali al collasso nella terra di De luca: “Mio padre lasciato solo per 5 ore su una sedia in attesa di trasfusione”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)